Le parole della Bibbia che guariscono

di Gabriella Stucchi - L’autore, Anselm Grün, noto monaco benedettino tedesco, instaura un dialogo tra il testo biblico e la nostra esistenza concreta, offrendo spunti per...


311 0
311 0

di Gabriella Stucchi – L’autore, Anselm Grün, noto monaco benedettino tedesco, instaura un dialogo tra il testo biblico e la nostra esistenza concreta, offrendo spunti per vivere una buona vita. Si parte dal versetto di Matteo 6,34: “A ciascun giorno basta la sua pena”, per approfondire il quale l’autore cita il passo di Qoèlet 3, 1-8.9, sottolineando che dobbiamo vivere con gioia e gratitudine il tempo che Dio ci dona nel momento presente, cogliendo la felicità dell’amore, dei momenti di silenzio, a contatto con la natura, oppure impegnandoci per gli altri, senza lamentarci se poi sopraggiunge un momento di tristezza, senza preoccuparci del domani, consci che l’amore divino si apre in tutta la sua pienezza proprio nella morte.

Utile disporre un rituale, in cui si preveda una lode al mattino, un ringraziamento la sera: il raccoglimento aiuta a rientrare in se stessi, riconoscendo il sostegno vitale che Dio ci offre.

Nel secondo capitolo “Portate i pesi gli uni degli altri” (Galati 6,2) sono contenute le riflessioni per imparare a vivere con se stessi e con gli altri. Paolo elenca nove virtù come frutti dello Spirito. Il primo è l’amore, ma anche la gioia; seguono la pace, la magnanimità, la benevolenza, la bontà, la fedeltà, la mitezza, il dominio di sé.

L’atteggiamento che più sta a cuore a Paolo è che la comunità stia unita, il che richiede l’umiltà, la carità intesa come un gusto di apertura, di libertà e tenerezza. L’amore è lo Spirito Santo che Dio ci dona e si riflette nell’amore per noi stessi, per il prossimo, compresi gli stranieri, ed anche per i nemici.

Questo comporta il saper perdonare, come risposta all’infinita misericordia di Dio. In particolare l’autore sottolinea il compito che devono assolvere le persone anziane: trasmettere alle nuove generazioni la saggezza della loro vita.

Nel capitolo terzo è espressa l’importanza di godere di momenti di solitudine per incontrare la nostra realtà, in cui affiorano i nostri sentimenti e pensieri, dando spazio alla pace interiore, con mitezza e gentilezza paziente verso se stessi e gli altri, superando le tentazioni, cogliendo la volontà di Dio nei nostri confronti, osando anche nuove strade in un cammino di riconciliazione e di trasformazione.

Nella preghiera potremo sentire che Dio è in noi e ci protegge, anche nei momenti bui, nelle angosce, offrendole a lui.

Occorre rialzarsi, dando spazio alla speranza, valorizzando ogni singolo momento, consapevoli che Dio sarà la nostra ricompensa. Le otto beatitudini ci offrono la via per giungere alla pace interiore, mentre il Padre nostro ci unisce a tutte le persone che ogni giorno lo recitano o che lo hanno recitato e già godono della pace eterna.

Grazie ai numerosi spunti di riflessione tratti dai riferimenti biblici, il libro si presenta come un utile ed interessante aiuto per momenti di silenzio e di meditazione, sempre collegati con le problematiche quotidiane.

Anselm Grün “Energia per cambiare” – Le parole della Bibbia che guariscono – Paoline- euro 23.00 (Recensione)

Commenti