Monza, lieto fine per due ospiti del canile

Nel giro di pochi giorni due "bulli" ospiti del canile di Monza hanno trovato casa, due splendide famiglie che non si sono fermate al loro...


261 0
261 0

Nel giro di pochi giorni due “bulli” ospiti del canile di Monza hanno trovato casa, due splendide famiglie che non si sono fermate al loro aspetto e alla cattiva fama che spesso accompagna pitbull, american staffordshire e razze simili.

Sugar è un pitbull non giovanissimo (circa 8 anni), arrivato in canile il 20 ottobre dell’anno scorso perché ceduto dal proprietario per motivi di salute. I suoi primi giorni in canile dopo otto anni in famiglia sono stati difficili, poi ha iniziato ad aprirsi, rivelandosi un cane molto equilibrato, tanto che è stato inserito nel Progetto Famiglia a Distanza.

Sugar è stato adottato da una famiglia di Villasanta (MB), mamma e due figli, che già nel 2010 aveva adottato un “simil-dogo” proveniente dal tristemente noto canile di Pantigliate (MI). In casa vivono anche due cavie e pare proprio che la convivenza di Sugar con loro proceda serenamente.

Natalino è invece un american staffordshire di 2 anni, chiamato così perché è arrivato in canile proprio la vigilia di Natale dello scorso anno, in seguito a una segnalazione che denunciava un cane detenuto a catena da una famiglia rom residente in un campo a Brugherio. Acquistato incautamente in rete da cucciolo, nonostante le brutte esperienze Natalino ha un ottimo carattere, socievole con le persone e anche con gli altri cani.

Adottato da Fabio e Costanza, Natalino si è ambientato nella sua nuova casa. La notte dorme tranquillo nella sua cuccia, non sporca mai in casa e si sta già abituando a stare a casa da solo.

Commenti