Casanova e Repubblica cercano casa

La Repubblica italiana è nata il 2 giugno 1946. La “Repubblica” che si trova al canile dell’Enpa è decisamente più giovane ed è una dolcissima cagnolina color miele che...

287 0
287 0

La Repubblica italiana è nata il 2 giugno 1946. La “Repubblica” che si trova al canile dell’Enpa è decisamente più giovane ed è una dolcissima cagnolina color miele che si trova nel rifugio di Monza dall’8 agosto.

La sua storia comincia in terra di Calabria, quando ancora si chiamava Ariel. Ariel viene trovata per strada e portata in una casa, destinata a essere la compagna di un ragazzo disabile. Purtroppo non tutte i recuperi si concretizzano con un lieto fine: quello che doveva diventare il suo compagno di vita, un ragazzo con problemi psichici, all’improvviso non la vuole più e Ariel si ritrova confinata su un terrazzo senza uno straccio di riparo.

I volontari dell’ENPA di Gioia Tauro (RC), venuti a conoscenza della sua triste situazione, la ritirano e si rendono conto che la giovane meticcetta presenta gravi problemi agli occhi. Sappiamo quanto sia drammatica la situazione del randagismo in Calabria (regione che quest’estate ha dovuto fare i conti anche con i numerosi incendi) e quanto i volontari, con poche risorse a disposizione, compiano veri e propri miracoli per salvare i cani dalla strada e dai canili lager.

L’arrivo di Ariel al canile di Via San Damiano
Così, per facilitare una sua adozione, i volontari calabresi contattano la sezione monzese e Ariel arriva nel capoluogo brianzolo, dove riceve tanto amore e le cure giuste e viene ribattezzata “Repubblica”.

Purtroppo non sappiamo quale sarà il decorso della malattia oculare, né se sia di tipo degenerativo e porterà quindi Repubblica alla completa cecità. Per questo, nonostante la piccola non abbia nemmeno due anni e abbia un carattere dolcissimo e affettuoso, la sua è quella che noi amiamo chiamare “adozione del cuore”.

Per Repubblica, infatti, cerchiamo qualcuno che non si fermi al suo handicap fisico ma voglia darle tutto l’affetto che merita e le faccia dimenticare una vita che, finora, non è stata troppo bella per lei.

Casanova, il nonnino gettato nel recinto erbivori

Che dire di Casanova? Magari non ha il fascino da seduttore del suo più celebre omonimo, ma vi sfidiamo a trovare un cane che faccia più tenerezza! Perché questo pinscherino nero focato, letteralmente buttato dentro al recinto degli erbivori del rifugio di Monza (sono in corso indagini per risalire al responsabile di questo gravissimo gesto) ha la bellezza di 15 anni. E capirete anche voi che non è giusto che un nonnino così debba trascorrere il suo ultimo spicchio di vita in un canile.

Per lui Enpa cerca una famiglia che vada oltre la realtà anagrafica e voglia fargli passare il resto della sua vita in una casa vera, amato, coccolato e, perché no, anche viziato.
Chi fosse interessato ad adottare Repubblica o Casanova può scrivere a canile@enpamonza.it

Condividi

Join the Conversation