Monza travolto dall’Inter, all’U-Power finisce 1-5

MONZA- Più che una sconfitta, un’ecatombe. Il Monza è travolto all’U Power dall’Inter capolista con un secco 1-5 e incappa nella più pesante delle sette sconfitte stagionali sinora...

496 0
496 0

MONZA- Più che una sconfitta, un’ecatombe. Il Monza è travolto all’U Power dall’Inter capolista con un secco 1-5 e incappa nella più pesante delle sette sconfitte stagionali sinora subite.

La compagine di Raffaele Palladino, espulso nuovamente dopo essere appena rientrato da una squalifica, resta così all’undicesimo posto con 25 punti.

I nerazzurri non le hanno lasciato quindi neppure le briciole in questo campionato dato che anche all’andata al Meazza si imposero per 2-0. E’ la seconda volta, dall’inizio della stagione, che i biancorossi incappano in una sconfitta con cinque gol al passivo. In precedenza era infatti successo contro l’Atalanta con uno stop per 2-5.

I nerazzurri restano saldamente in testa alla classifica dopo la sedicesima vittoria stagionale in venti gare e salgono a quota 51 ovvero a un temporaneo più cinque sulla Juventus.

PRIMO TEMPO – Al 3’ i nerazzurri potrebbero già passare in vantaggio con Di Marco che, servito da Barella, conclude fuori di un soffio. Al 7’ ci prova Calhanoglu su punizione ma il tiro termina sul fondo. L’avvio delle ostilità parla decisamente la lingua dell’Inter. All’11’ la squadra di Simone Inzaghi beneficia di un penalty per un fallo di mano di Gagliardini. Dagli undici metri Calhanoglu non fallisce.

Il Monza appare frastornato e dà modo ai nerazzurri di pervenire al raddoppio con Lautaro Martinez che sfrutta alla perfezione un cross di Di Marco e infligge a Sorrentino, tra i pali al posto dell’infortunato Di Gregorio, il secondo dispiacere. Il Monza prova a reagire ma il tiro di Colpani al 16’ finisce alle stelle. L’Inter continua a spadroneggiare e al 22’ potrebbe calare il tris se l’ex Borussia Monchengladbach Thuram, su cross di Di Marco, non spedisse la sfera altissima. Al 29’ Pessina, di testa, segna facendo accorciare le distanze al Monza ma il direttore di gara annulla la rete ravvisando una sua posizione irregolare in seguito a verifica con il Var. Al 43’ Bondo subisce fallo e fa guadagnare una punizione al Monza.

Dell’esecuzione si incarica Colpani che però non è preciso. L’Inter cerca di allargare ulteriormente il fossato, Thuram, però, dimostra di avere il pungiglione spuntato anche al 45’ spedendo fuori misura.

SECONDO TEMPO – L’Inter non si dimostra affatto paga del doppio vantaggio e cerca di incrementare il bottino, al 10’ Calhanoglu, servito da Darmian, manda alto. Il Monza risponde al 12’ con un’incornata alta di Caldirola sugli sviluppi di un corner. Al 13’ Calhanoglu potrebbe far prendere il largo ai nerazzurri ma il suo rasoterra è respinto da Sorrentino. Al 15’ , però, il biscione allunga con Calhanoglu che, servito da Thuram, si regala la doppietta.

Il tecnico brianzolo Palladino esagera con le proteste e, appena tornato in panchina dopo avere scontato la squalifica , rimedia una nuova espulsione. Il Monza cerca di correre ai ripari ma al 18’ Birindelli conclude malamente mancando l’accorciamento delle distanze. Al 22’ Mota Carvalho subisce fallo da Darmian e per l’arbitro è rigore a favore del Monza. Dal dischetto Pessina trasforma spiazzando Sommer. Il Monza prova a sfruttare l’effetto entusiasmo derivante dall’accorciamento delle distanze ma al 30’ Kyriakopoulos, dal limite, non riesce a superare Sommer.

Il giocatore biancorosso si ripete al 34’ ma questa volta la sua conclusione è molto più imprecisa. Al 36’ l’Inter riprende a scagliare fendenti con Asslani che, su velo di Thuram, manda sul fondo. Al 38’ Akpa Akpro commette fallo su Frattesi e l’Inter beneficia di un rigore. Dal dischetto Lautaro Martinez cala il poker. Al 42’ Mota Carvalho cerca il riavvicinamento monzese su assist di Valentin Carboni ma il tiro termina oltre la traversa. Al 43’ l’Inter cala il pokerissimo con Thuram su assist di Mkhitaryan. E’ l’ultimo atto di una gara che i biancorossi dovranno presto mandare al macero. Domenica 21 gennaio la pattuglia di Palladino si recherà al Castellani per affrontare il pericolante Empoli già battuto all’andata. (articolo di Cristiano Comelli) 

Tabellino

MONZA- INTER 1-5

MONZA: Sorrentino, D’Ambrosio (26’st Pablo Marì), Gagliardini, Caldirola, Pedro Pereira (13’st Birindelli), Pessina (35’st Akpa Akpro), Bondo (1’st Kyriakopoulos), Ciurria (1’st Colombo), Colpani, Valentin Carboni, Mota Carvalho. A disposizione: Lamanna, Gori, Donati, Izzo, Bettella, Maric, Maldini, Vignato. All.Raffaele Palladino.

INTER: Sommer, Pavard (37’st Bisseck), De Vrij, Bastoni (27’st Acerbi), Darmian, Barella (17’st Frattesi), Calhanoglu (17’st Asslani), Mkhitraryan, Di Marco (27’st Carlos Augusto), Thuram, Lautaro Martinez. A disposizione: Di Gennaro, Audero, Dumfries, Sensi, Arnautovic, Klassen, Buchanan, Sanchez. All.Simone Inzaghi.

Arbitro: Rapuano di Rimini.

Marcatori. p.t: 12’ Calhanoglu (I), 14’ Lautaro Martinez (I). S.t: 15’Calhanoglu (I), 24’ (Rig) Pessina (M), 39’ (Rig) Lautaro Martinez (I), 43’ Thuram (I).

Photocredits

Condividi

Join the Conversation