Insulti sui social? La Vaporart Bernareggio si dissocia

di Cristiano Comelli – L’amarezza e un filo di indignazione contenuta, dopo una sconfitta, ci possono anche stare. L’insulto gratuito e la mancanza di rispetto proprio no. E...

173 0
173 0

di Cristiano Comelli – L’amarezza e un filo di indignazione contenuta, dopo una sconfitta, ci possono anche stare. L’insulto gratuito e la mancanza di rispetto proprio no.

E così, di fronte a certe salite di temperatura di qualche supporter dopo lo stop dei brianzoli con Crema, la Vaporart Bernareggio ha voluto prendere una posizione ufficiale attraverso un breve ma chiarissimo comunicato.

A ricordare che sapere stare nello sport in modo autentico significa anche essere disposti a ingoiare bocconi amari concentrando le energie per la gara successiva anziché scendere di livello con invettive gratuite e offensive: “Pallacanestro Bernareggio 99 – recita il comunicato – si dissocia completamente da qualsiasi insulto o minaccia nei confronti di tesserati o tifosi della Pallacanestro Crema rivolti sui social, il vero tifoso reds è colui che tifa per i propri beniamini e sostenendoli per tutta l durata della gara”.

La squadra di Marco Cardani punta ora all’immediato riscatto e al consolidamento della testa della classifica nell’impegno di sabato 16 gennaio alle 19 contro la quotata Moncada Agrigento che, fino a una stagione fa, calcava i campi della serie A2 con il nome di M Rinnovabili e condivide con i brianzoli la testa della classifica insieme con Pallacanestro Crema, Kleb Basket Ragusa e Bologna Basket.

Condividi

Join the Conversation