Va a trovare gli zii e li deruba di oro e soldi

Va a trovare gli anziani zii e li deruba di soldi in contanti e di oggetti in oro per poter poi fare qualche “spesuccia”, fra cui anche l’acquisto...

1162 0
1162 0

Va a trovare gli anziani zii e li deruba di soldi in contanti e di oggetti in oro per poter poi fare qualche “spesuccia”, fra cui anche l’acquisto di cocaina. L’autore del furto, un nipote 52enne, è stato rapidamente individuato, rintracciato e denunciato dai Carabinieri di Carate Brianza che sono riusciti a restituire gli ori all’anziana coppia.

L’uomo, durante una visita di cortesia agli zii, con la scusa di vedere e ammirare la loro abitazione, approfittando della loro fiducia, si era impossessato dei loro soldi e degli oggetti in oro,  ricordi di una vita, presenti in casa. La vicenda è avvenuta qualche giorno fa nel comune di Carate Brianza (MB) dove l’uomo si era presentato, a distanza di tempo, dai propri parenti per una visita di cortesia.

Lui, conosciuto ai carabinieri per i precedenti in materia di stupefacenti, durante la visita, con il pretesto di potere usufruire della toilette prima e di girare la casa poi, si era intrufolato nella camera da letto degli anziani e della badante per poi lasciare di fretta l’abitazione.

La prima a insospettirsi era stata proprio la badante che si era accorta della borsa aperta e del portafoglio – svuotato – lasciato all’interno del bagno. Tuttavia anche la camera da letto si presentava in disordine e con i cassetti aperti e da una veloce verifica i due anziani si erano accorti dell’ammanco di oggetti preziosi di famiglia.

I carabinieri immediatamente intervenuti sul posto, raccolte le testimonianze delle vittime, hanno subito focalizzato l’attenzione sul parente venuto in visita e con un’indagine lampo l’hanno rintracciato e perquisito. Dagli accertamenti eseguiti a casa dell’uomo gli investigatori hanno trovato una ricevuta di un compro oro della zona che descriveva la vendita di oggetti risultati compatibili con quelli asportati a casa degli anziani. Il cinquantaduenne, denunciato all’Autorità Giudiziaria, ha ammesso le proprie colpe giustificandosi che con quei soldi aveva fatto il pieno alla macchina, un po’ di spesa – comprensiva di alcune dosi di cocaina –  motivo per il quale è stato segnalato anche alla Prefettura di Monza.

I carabinieri si sono poi diretti sul compro oro giungendo in tempo per recuperare gli oggetti di valore rubati, appena prima che fossero avviati alla fusione. Gli stessi verranno restituiti agli anziani proprietari.

Condividi

Join the Conversation