Ubriaco alla guida sfonda un muro di cinta

CARATE BRIANZA – Ubriaco alla guida sfonda il muro di cinta di una ditta e poi cerca di dileguarsi, non prima di aver cercato di nascondere l’auto incidentata....

766 0
766 0

CARATE BRIANZA – Ubriaco alla guida sfonda il muro di cinta di una ditta e poi cerca di dileguarsi, non prima di aver cercato di nascondere l’auto incidentata.

Ubriaco

Sono le 2.30 di notte quando il 112 riceve la segnalazione di un sinistro stradale appena avvenuto a Carate Brianza in via del Dosso dove un’automobile era uscita di strada. La segnalazione raccontava di un incidente serio con una vettura che a velocità sostenuta, aveva sbandato ed era finita contro il muro di cinta di una ditta facendo attivare gli airbag.

Subito si è attivata la macchina dei soccorsi con l’invio di un’ambulanza e di una pattuglia dei carabinieri di Verano Brianza. Ma sul posto nessuna traccia dell’incidente se non un muro di cinta danneggiato.

Intuendo l’accaduto, i carabinieri si sono messi alla ricerca di chi avesse causato l’incidente. E così i militari dopo aver perlustrato la zona, in via Maria Montessori, a poca distanza, hanno visto un’auto isolata lungo la strada che dava l’idea di esser stata poc’anzi abbandonata.

Avvicinatisi al mezzo, una Land Rover Discovery, i carabinieri hanno notato il muso danneggiato e, nell’abitacolo, airbag esplosi. Pochi dubbi che quello non fosse il mezzo che stavano cercando. Proseguendo nelle ricerche, nella vicina via Lorenzo Lotto è stato poi individuata una persona in evidente stato di ebbrezza alcolica che ammetteva di essere il conducente del Discovery precisando che, poco prima, era uscito di strada in via Rivera per un colpo di sonno.

L’inevitabile alcoltest con un risultato positivo di oltre 1,6 g/l di alcol nel sangue, ha però confermato anche che l’uomo, un giardiniere 33enne brianzolo, aveva però anche abusato di bevande alcoliche.

I militari dell’Arma gli hanno ritirato la patente di guida e lo hanno denunciato in stato di libertà per guida in stato d’ebbrezza con contestuale sequestro del mezzo ai fini della confisca.

Condividi

Join the Conversation