Monza, una donazione di 10 mila vaschette di alluminio

MONZA – Diecimila vaschette di alluminio per sostenere il progetto «Un pasto caldo per i nostri Eroi». Le ha fornite a titolo gratuito il «CiAl», il «Consorzio Nazionale...

295 0
295 0

MONZA – Diecimila vaschette di alluminio per sostenere il progetto «Un pasto caldo per i nostri Eroi». Le ha fornite a titolo gratuito il «CiAl», il «Consorzio Nazionale Imballaggi Alluminio».

A fianco dell’«esercito del bene». «Si tratta di un gesto concreto che rientra in una partnership tra il Comune e il Consorzio, nata mesi fa nell’ambito delle nostre politiche di sostenibilità e di lotta allo spreco” – spiega l’Assessore Martina Sassoli – “Penso, ad esempio, agli “Alu Days”, le giornate dedicate al riciclo dell’alluminio, o alla collaborazione nel progetto delle “Paladine green”. Il contributo generoso di oggi sostiene il lavoro dell’enorme “esercito del bene” formato da centinaia di volontari che stanno combattendo insieme a noi questa guerra, investendo il loro tempo, le loro energie e la loro passione».

Trecento pasti al giorno. Le vaschette saranno utilizzate per distribuire pasti a medici e infermieri della Terapia Intensiva e del Pronto Soccorso dell’Ospedale San Gerardo di Monza e di altri ospedali brianzoli, ai volontari della Protezione Civile, agli agenti di Polizia Locale, ai dipendenti comunali dei servizi essenziali, al personale della Croce Rossa e agli anziani.

Un progetto partito lo scorso 16 marzo e che, oggi, «produce» circa 300 pasti al giorno. Un «miracolo» reso possibile dal lavoro dell’«Associazione Professionale Cuochi Italiani» («Apci»), dalla Protezione Civile, dall’Associazione Nazionale Alpini e dai «Ristoratori Uniti» («Ri.Un.»), il sodalizio che raccoglie oltre 350 tra ristoratori e artigiani del food & beverage monzese. Ma non solo. La «rete della solidarietà» comprende anche i volontari impegnati a consegnare i pasti: i ragazzi della Curva «Davide Pieri» e gli operatori dell’associazione «BranCo Onlus».

“La macchina della solidarietà non si ferma – conclude l’Assessore Sassoli – Per questo mi appello ai tanti benefattori della città: chiunque può aiuti ancora i volontari, che stanno facendo un lavoro straordinario e che dimostrano ogni giorno il cuore grande di Monza”.

Condividi

Join the Conversation