Monza, la cagnolona Elegance rinasce in canile

Ci sono cani per i quali l’arrivo in canile rappresenta davvero una rinascita e Elegance è uno di questi. La sua storia comincia con la segnalazione, sempre preziosa,...

428 0
428 0

Ci sono cani per i quali l’arrivo in canile rappresenta davvero una rinascita e Elegance è uno di questi. La sua storia comincia con la segnalazione, sempre preziosa, da parte di alcuni cittadini di Macherio (MB) in merito alla presenza di un cane recluso in un pezzo di giardino, spesso senza avere a disposizione né cibo né acqua. Il povero animale passava le sue giornate ad abbaiare, quasi a chiedere aiuto.

Durante un primo sopralluogo da parte del Gruppo Antimaltrattamento dell’ENPA di Monza e Brianza viene effettivamente riscontrata la presenza di un cane, una bellissima meticcia di lupoide, molto, molto spaventata. Nella sua “prigione”, una vera discarica di mobili e di cianfrusaglie varie più che un giardino, solo una ciotola d’acqua molto sporca e numerose deiezioni a indicare che l’animale non usciva mai di lì, come se facesse quasi parte dell’”arredo”. Gli operatori faticano a constatare le sue condizioni in quanto molto spaventata, appare trascurata ma in buone condizioni fisiche e con tutti i segni della deprivazione sensoriale.

Viene contattata la proprietaria che, inizialmente poco collaborativa, una volta edotta sulle violazioni si rende più disponibile, adducendo giustificazioni come mancanza di tempo e problemi familiari causa divorzio. Comunque si dichiara pronta a sistemare tutto e a prendersi finalmente cura dell’animale.

La situazione, quindi, viene monitorata per un breve periodo, durante il quale le disposizioni accordate non vengono rispettate. Viene così effettuato un nuovo sopralluogo che conferma che il cane è ancora nelle medesime squallide condizioni e il recinto sempre sporco, quindi si procede al suo ritiro e alla cessione al canile intercomunale di Monza.

Quando il canile fa davvero bene…

Appena messa la zampa nella struttura di via San Damiano, Elegance, così viene ribattezzata, è letteralmente rinata. Evidentemente, a confronto della sua prigione-giardino il canile, con acqua fresca a disposizione, passeggiate, due pasti abbondanti al giorno e, soprattutto l’affetto dei volontari, è meglio di un hotel a 5 stelle!

La nuova situazione giova anche al suo carattere: da cane schivo e spaventato, in pochi giorni Elegance si trasforma e diventa una simpaticissima cagnolona che, anche per la giovane età (è nata a gennaio 2018) gioca e corre come una matta e sembra quasi sorridere alla nuova vita.

Siamo sicuri che la bellissima Elegance a breve troverà una famiglia che le farà scordare gli anni passati in prigionia.

Condividi

Join the Conversation