Monza, al via la distribuzione dei buoni spesa

Al via la distribuzione da parte del Comune di Monza dei cosiddetti «buoni spesa», per un valore di 651 mila euro per l’acquisto di generi alimentari e beni di...

657 0
657 0

Al via la distribuzione da parte del Comune di Monza dei cosiddetti «buoni spesa», per un valore di 651 mila euro per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità rivolto ai quei monzesi che stanno vivendo un periodo di grave difficoltà economica a causa dell’emergenza provocata dal Coronavirus: da lunedì anche online le domande. «Ci siamo mossi il più velocemente possibile per riuscire a dare risposte immediate e concrete a chi in questo momento si trova in gravi difficoltà», spiega il Sindaco Dario Allevi.

spesa

I buoni spesa. Il valore una tantum dei «buoni» è di 100 euro fissi più 50 euro per ciascun componente il nucleo familiare oltre il primo, fino ad un massimo complessivo di 300 euro. Gli stessi potranno essere spesi presso quegli esercizi commerciali della città che aderiranno all’iniziativa attraverso un avviso pubblico e varranno per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità (esclusi alcolici e superalcolici). I «buoni spesa» saranno erogati fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

I criteri. Nella seduta di ieri pomeriggio la Giunta ha definito le «linee guida» per la distribuzione dei «buoni spesa». Bisogna essere, ovviamente, residenti a Monza e avere presentato una dichiarazione dei redditi 2019, riferita all’intero nucleo familiare, non superiore a 20 mila euro. Quindi bisogna trovarsi in una situazione di necessità, bisogno e fragilità economica a causa dell’emergenza COVID-19, per una o più delle seguenti motivazioni: licenziamento da lavoro a tempo indeterminato o ricorso ad ammortizzatori sociali nel periodo 31 gennaio – 3 aprile 2020; cessazione di rapporto di lavoro a tempo determinato o ricorso ad ammortizzatori sociali nel periodo 31 gennaio –3 aprile 2020; aver contratto il virus o avere un familiare deceduto in seguito a COVID-19, con ricadute di natura economica sul nucleo familiare stesso.

Le modalità. Da lunedì sarà disponibile l’autocertificazione per presentare l’istanza e tutte le istruzioni utili per richiedere il «buono spesa». La domanda per la presentazione delle richieste potrà essere compilata online nella sezione «Servizi online» del sito del Comune di Monza www.comune.monza.it oppure potrà essere scaricata e inviata via mail all’indirizzo buonospesa@comune.monza.it. Potrà essere presentato da un solo componente del nucleo familiare. Chi ha difficoltà a compilare la domanda online potrà rivolgersi comunque agli uffici comunali di via Guarenti, 2 (dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 17) solo su appuntamento telefonico (tel. 039/2832853 – 56 – 29) per evitare assembramenti. Sulla base delle domande e dei requisiti si provvederà poi all’assegnazione dei «buoni spesa».

Andiamo oltre la «mancetta» del Governo. «Si tratta di una misura che cerca di andare incontro a tutte quelle persone che a causa della crisi dovuta al Coronavirus non hanno le risorse economiche per acquistare generi alimentari e beni di prima necessità, spiega il Sindaco. L’emergenza sanitaria sta mettendo in ginocchio diverse famiglie e imprese. Lo sappiamo bene e, infatti, già nelle scorse settimane abbiamo messo in campo diverse iniziative per sostenere chi è più in difficoltà e abbiamo trovato un accordo con le catene della grande distribuzione per la fornitura gratuita di derrate alimentari. Ora è arrivata questa “mancetta” del Governo che stiamo mettendo a disposizione della nostra comunità in tempi record».

Condividi

Join the Conversation