Le scolaresche monzesi ricordano le Vittime del Dovere

La cerimonia ha avuto inizio alle ore 10 di oggi, lunedì 28 Maggio, presso l’Auditorium Giovanni Testori a Palazzo Lombardia. Nell’occasione il Consiglio regionale, aderendo a...


212 0
212 0

La cerimonia ha avuto inizio alle ore 10 di oggi, lunedì 28 Maggio, presso l’Auditorium Giovanni Testori a Palazzo Lombardia. Nell’occasione il Consiglio regionale, aderendo a questa iniziativa, intende commemorare tutte le vittime del terrorismo, della mafia e di ogni altra forma di criminalità celebrando il “Giorno della Memoria”, istituito dalla legge regionale n.10 del 2004, che prende spunto dall’omicidio di Renato Barborini e Luigi D’Andrea, agenti della Polizia di Stato uccisi entrambi il 6 Febbraio 1977 in un conflitto a fuoco con la banda Vallanzasca al casello autostradale di Dalmine.

Difendersi dai fenomeni di cyberbullismo e cyberstalking, non cadere nelle dipendenze da alcol e droga, ma anche insegnare ai giovani a rispettare le regole del fisco, conoscere l’importante lavoro svolto dai militari in Italia e all’estero e ricordare i tanti servitori dello Stato che hanno donato la propria vita per aiutare gli altri. Sono questi i temi su cui si sono confrontati i ragazzi delle scuole che hanno aderito al progetto promosso dall’Associazione “Vittime del Dovere”, che quest’anno ha assunto carattere regionale ampliandosi e interessando le città e le province di Milano, Monza e Brianza, Como, Bergamo, Brescia e Varese: 3.220 gli studenti formati, 22 le lezioni svolte per un totale di 44 ore, 27 gli istituti scolastici di primo e secondo grado aderenti e 13 i Comuni coinvolti.

Partecipano: l’Istituto Comprensivo Via Scialoia G. Buonarroti di Milano, l’Istituto Leonardo da Vinci di Senago (MI), l’Istituto Calvino di Rozzano (MI), l’Istituto Comprensivo Maffucci di Milano, l’Istituto Comprensivo Franceschi di Milano, l’Istituto Comprensivo Locatelli Quasimodo di Milano, la Scuola Militare Teuliè di Milano, l’Istituto Sant’Elia di Cantù (CO), l’Ipsia Meroni di Lissone (MB), il Liceo Majorana di Desio (MB), l’Istituto Mosè Bianchi di Monza, l’Istituto Tecnico Hensemberger di Monza, l’Istituto Comprensivo Bernardino Luini di Usmate Velate (MB), il Liceo Zucchi di Monza, l’Istituto Mapelli di Monza, l’Istituto Caterina Caniana di Bergamo, l’Istituto Natta di Bergamo, il Liceo Artistico Manzù di Bergamo, l’Istituto Superiore Mantegna di Brescia, l’Istituto Comprensivo Botticino di Brescia, l’Istituto Dandolo sede distaccata di Lonato (BS), l’Istituto Castelli di Brescia, l’Istituto Adda Bannini di Brescia, l’Isis Keynes di Gazzada Schianno (Varese), il Liceo Marie Curie di Tradate (Varese), l’Agenzia formativa della provincia di Varese sede di Gallarate, l’Agenzia formativa della provincia di Varese sede di Tradate.

Commenti