La Provincia di Monza e Brianza riapre il Tavolo Welfare

La Provincia di Monza e Brianza riapre venerdì 8 maggio i lavori, in videoconferenza, del Tavolo Welfare. Obiettivo: integrare integrare le politiche a sostegno dei cittadini in difficoltà,...

415 0
415 0

La Provincia di Monza e Brianza riapre venerdì 8 maggio i lavori, in videoconferenza, del Tavolo Welfare. Obiettivo: integrare integrare le politiche a sostegno dei cittadini in difficoltà, anche in questo momento di grave crisi sociale e sanitaria.

“Era un impegno preso nell’Ambito dell’Assemblea dei Sindaci e ieri in Consiglio abbiamo votato il documento che ci permette di riattivare l’operatività del patto per il welfare per integrare le politiche a sostegno dei cittadini in difficoltà su percorsi condivisi in base al contesto socio- economico che stiamo cercando di definire mettendo insieme richieste, bisogni e nuove fragilità – spiega il Presidente della Provincia MB Luca Santambrogio – La convocazione del tavolo welfare risponde ad una urgenza del territorio e delle associazioni del Terzo settore che in questi mesi hanno visto crescere la domanda sociale: stanno venendo a galla situazioni inaspettate soprattutto in quelle categorie sociali non avevano mai avuto bisogno di interventi dedicati. I Sindaci e le associazioni del terzo settore hanno saputo attivarsi e rispondere immediatamente alle diverse richieste che arrivavano dai cittadini mettendo in campo impegno e molto spesso capacità immaginativa. Ora serve una riorganizzazione più strutturata dei servizi per passare dalla gestione dell’emergenza ad una gestione di lungo periodo. Serve lavorare insieme per dare vita ad una welfare Community MB per sperimentare soluzioni innovative . Per questo, nel documento formato ieri in Consiglio abbiamo ritenuto importante avere come interlocutore all’interno del Tavolo anche Afol MB come ponte tra i bisogni sociali e i servizi dedicati al lavoro”.

Il Presidente Luca Santambrogio, in accordo con Filippo Vigano Presidente CSV di Monza, vicepresidente del Tavolo Sistema Welfare ha convocato tutti i soggetti coinvolti nel tavolo Welfare con il seguente ordine del giorno:

1) definizione delle modalità di presidenza nella fase di transizione al nuovo Patto per il Welfare

2) presentazione della proposta di un nuovo “Patto per il welfare Monza e Brianza”

3) valutazione situazione di crisi sociale e socio-sanitaria in Provincia di Monza e Brianza.

Il “patto per il welfare Monza e Brianza” venne siglato il 24 novembre 2016 da 17 sottoscrittori: Provincia di Monza e Brianza; Comuni degli Ambiti di Carate Brianza, Desio, Monza, Seregno e Vimercate; Co.De.Bri. Desio; A.S.C. Offertasociale Vimercate; CGIL Monza e Brianza; CISL Monza Brianza Lecco; UIL Monza e Brianza; Forum del III Settore di Monza e Brianza; Centro Servizi per il Volontariato di Monza e Brianza; Caritas Zona Pastorale V; Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus; Consorzio Comunità Brianza; Consorzio Sociale CS&L.

L’accordo nacque dalla volontà, condivisa anche dall’Assemblea dei 55 Sindaci di Monza e della Brianza, di coordinare le azioni dei Comuni, del terzo settore, del volontariato e del welfare aziendale, e dall’opportunità di condividere le buone pratiche del territorio e definire in maniera partecipata criticità e bisogni.

L’esperienza del Patto per il Welfare, che vedeva la propria scadenza formale a fine 2017, ha continuato ad operare fino a buona parte del 2019.

Al tavolo di venerdì sono stati invitati: i Presidenti dell’Assemblea dei Sindaci degli Ambiti di Carate, Desio, Monza, Seregno, Vimercate; i referenti di ASC Offerta Sociale,ASC Consorzio Desio Brianza, Consorzio Comunità Brianza, Consorzio Sociale CS&L,CGIL MonzaBrianza, CISL Monza Brianza Lecco, UIL Monza, Forum III Settore, Caritas Zona Pastorale V, Centro Servizi per il Volontariato, Fondazione di Comunità di Monza Brianza, i Responsabili degli Uffici di Piano di Carate, Desio, Monza, Seregno, Vimercate.

Condividi

Join the Conversation