Giussano vara il Registro dei diritti edificatori

GIUSSANO – Un nuovo strumento in grado di assicurare maggior trasparenza ed efficienza in campo urbanistico, favorendo al contempo il rapporto fra l’ente pubblico e gli operatori privati....

361 0
361 0

GIUSSANO – Un nuovo strumento in grado di assicurare maggior trasparenza ed efficienza in campo urbanistico, favorendo al contempo il rapporto fra l’ente pubblico e gli operatori privati.

La Giunta Comunale di Giussano ha approvato criteri e indirizzi gestionali per l’istituzione del Registro dei diritti edificatori, nel quale registrare il rilascio dei certificati attestanti l’attribuzione di diritti edificatori e l’avvenuto utilizzo degli stessi. I contratti che trasferiscono, costituiscono o modificano i diritti edificatori saranno quindi annotati nel Registro delle cessioni dei Diritti Edificatori (art. 11 della LR 12/2005).

Per diritto edificatorio si intende la possibilità, determinata dal Piano di governo del Territorio, di usufruire di una quota di Superficie lorda di pavimento (slp) che il titolare ha il diritto di realizzare sul territorio comunale nelle forme e nei modi stabiliti dallo strumento urbanistico stesso.

Il Piano di Governo del Territorio (PGT) vigente prevede il riconoscimento di diritti edificatori e il loro trasferimento dalle aree a pertinenza indiretta alle aree a pertinenza diretta, con la tecnica della perequazione, nonché il trasferimento di diritti edificatori legati alle diverse forme di incentivazione previste dallo stesso PGT per altri casi specifici.

In particolare, il Piano delle Regole del PGT in vigore consente che i diritti edificatori prodotti in forma diretta dalle aree già di pertinenza di edifici esistenti, oltre a poter essere utilizzati in loco, possano essere trasferiti in altri ambiti. Al tempo stesso, i lotti appartenenti al Tessuto Urbano Consolidato (TUC) possono ricevere quantità di diritti prodotti da altri ambiti esterni al TUC.

“Il Piano di Governo del Territorio attualmente in vigore nel Comune di Giussano era sprovvisto di tale strumento seppur previsto nella relazione di avvio del procedimento a firma del precedente assessorato. Questa Amministrazione ha pertanto provveduto all’istituzione di questo strumento che, grazie al costante aggiornamento dei dati, rappresenterà un’agevolazione in termini di tempo e di comodità per gli operatori del settore, redendo sin da subiti evidenti quali siano i diritti edificatori esistenti e correlati a quali aree, contribuendo così ad una sempre maggior trasparenza” afferma Felice Pozzi, assessore con delega all’Urbanistica.

Foto di Jason Goh da Pixabay

Condividi

Join the Conversation