Giussano ok alle Comunità Energetiche Rinnovabili

GIUSSANO – Avviare uno studio di fattibilità per la costituzione di una Comunità Energetica Rinnovabile (CER) sul territorio di Giussano anche attraverso la partecipazione a bandi pubblici, coinvolgendo...

472 0
472 0

GIUSSANO – Avviare uno studio di fattibilità per la costituzione di una Comunità Energetica Rinnovabile (CER) sul territorio di Giussano anche attraverso la partecipazione a bandi pubblici, coinvolgendo la comunità locale con l’obiettivo di incentivare un percorso che porti all’autonomia energetica.

In un momento di grave crisi internazionale dovuta ai costi delle materie prime e dell’energia elettrica, il Consiglio Comunale di Giussano ha approvato una mozione presentata dal consigliere Federico Binda come primo firmatario, sottoscritta da tutte le forze politiche e votata all’unanimità da tutti i consiglieri comunali, nella quale si impegna il Sindaco Marco Citterio e la Giunta Comunale ad avviare l’iter per la costituzione di CER.

Le CER sono aggregazioni di privati cittadini, imprese ed Enti locali che potranno dotarsi di un impianto condiviso per l’autoproduzione di energia per il consumo immediato o per stoccaggio e utilizzo differito in caso di necessità. Attraverso la condivisione di propri impianti di produzione da fonti rinnovabili, potrà far seguito la condivisione dell’energia prodotta con conseguenti potenziali risparmi.

“Viviamo un periodo storico nel quale è necessario valutare la strada che porta verso l’autoproduzione e l’autoconsumo energetico – afferma Marco CitterioSindaco di Giussano – Con questa mozione il Consiglio Comunale pone al centro del dibattito la creazione di forme innovative di aggregazione nel campo dell’energia, con potenziali vantaggi economici, ambientali e sociali per l’intera collettività. Uno degli obiettivi previsti dall’Unione Europea è il raggiungimento del 32% di energia da fonti rinnovabili entro il prossimo decennio: le Comunità Energetiche Rinnovabili vanno proprio in questa direzione e il Comune avrà un ruolo decisivo nel favorire la partecipazione di cittadini e aziende in questa nuova sfida. Ringrazio il Consiglio Comunale che, all’unanimità, ha condiviso questa mozione e gli obiettivi che si prefigge”.

In particolare, in attesa del programma di assistenza tecnica che Regione Lombardia emanerà sul tema, l’Amministrazione Comunale coinvolgerà la comunità locale nella costituzione di una Comunità Energetica Rinnovabile sostenendo la sperimentazione di un progetto pilota fra i cittadini interessati. A seguire, in accordo con le linee guida regionali, il Comune avrà invece un ruolo di supporto tecnico-informativo a disposizione dei cittadini, oltre che di regista e coordinatore nella gestione delle CER che interesseranno anche le strutture pubbliche.

Nelle CER che vedranno la partecipazione dell’Ente Comunale, la mozione impegna l’Amministrazione Comunale a condividere l’energia prodotta da impianti su strutture pubbliche per intervenire in situazioni di povertà energetica; il guadagno proveniente dalle CER potrà inoltre essere impiegato per progetti di sviluppo sostenibili e ambientali, fra cui l’installazione di pompe di calore negli edifici pubblici e l’installazione di colonnine di ricarica elettrica.

Condividi

Join the Conversation