Desio: Youth worker si diventa

Il corso di formazione “Youth worker si diventa”, organizzato dal Consorzio Comunità Brianza all’interno del progetto Opportunità Mobili di cui l’Ambito di Desio è capofila, si è svolto presso...

337 0
337 0

Il corso di formazione “Youth worker si diventa”, organizzato dal Consorzio Comunità Brianza all’interno del progetto Opportunità Mobili di cui l’Ambito di Desio è capofila, si è svolto presso Villa Longoni a Desio a partire dal 5 maggio e si è concluso il 15 giugno con una giornata dedicata alla restituzione ufficiale dei risultati.

Sono 16 operatori giovanili e giovani provenienti dai Comuni dell’Ambito di Desio, hanno potuto partecipare gratuitamente al percorso, il cui obiettivo era fornire ai partecipanti le basi per impostare un progetto di rigenerazione urbana.

I giovani si sono concentrati, sotto la guida dalla prof.ssa Valentina D’Addato, su 4 temi estremamente attuali e fondamentali per tutte le società moderne: ambiente, lavoro, tempo libero e gender equity.

L’obiettivo era ideare e costruire servizi innovativi per la comunità, mettendo al centro i giovani e le loro necessità. I partecipanti, divisi in questi 4 gruppi e attraverso l’ausilio di alcune metodologie tipiche del service design come questionari, “a day in the life”, “desk research” e “field visit” hanno raccolto diverse testimonianze da un campione di giovani tra i 16 e i 29 anni, facendo emergere i loro bisogni.

In seguito hanno prodotto, attraverso una formazione ad hoc prevalentemente interattiva, una serie di idee di servizi, che potessero in qualche modo rispondere alle esigenze emerse nelle loro ricerche precedenti.

Ogni gruppo ha poi rappresentato in plenaria il 15 giugno, il lavoro svolto ai referenti delle Istituzioni dei Comuni dell’Ambito di Desio, all’Assessore Luca Ghezzi di Desio, all’Assessore Matteo Figini di Varedo e al Consigliere Riccardo Sala di Muggiò e ai partner di progetto: Afol Monza, Mestieri Lombardia e Cooperativa Carrobiolo 2000.

La giornata ha rappresentato un importante momento di confronto tra giovani, istituzioni politiche e stakeholder attivi nel territorio dell’Ambito di Desio al fine di promuovere una co-progettazione per attivare politiche giovanili più vicine e coerenti alle necessità dei giovani.

I giovani hanno avuto infatti l’occasione di comunicare i bisogni e le idee emerse durante il percorso e le istituzioni politiche sono state disponibili all’ascolto e hanno espresso il loro punto di vista e le priorità attuali della loro agenda politica.

Si è favorita una modalità di partecipazione interattiva che ha visto i giovani attori coinvolti, attraverso l’utilizzo di role playing, di filmati video e/o slide e totem per rappresentare la propria idea di service design legata ai temi proposti.

Il lavoro e l’ambiente sono risultati essere due dei temi più prioritari secondo tutti i partecipanti.
I giovani avranno inoltre la possibilità di partecipare ad ottobre all’evento finale di progetto in Villa Tittoni a Desio dove potranno presentare le loro idee.

Alcune testimonianze dei partecipanti:
“Ci sono stati dati tantissimi spunti teorici, strumenti pratici e tantissime modalità differenti per analizzare uno stesso tema progettuale. E’ stata una formazione molto utile per un’infarinatura generale sul concetto di Service Design.”
“L’opportunità di potersi confrontare con persone di età diversa e che la pensano in modo diverso dal tuo è stata fondamentale per me”
“Gli elementi più importanti sono stati l’apprendimento di un modello strutturato per guidare il ragionamento nell’ideazione di un servizio e il confronto con gli operatori degli enti e dei servizi del territorio”.

Condividi

Join the Conversation