Desio un bando per l’immobile confiscato alla mafia

DESIO – E’ stato riaperto il bando che intende dare in gestione il bene trasferito al patrimonio indisponibile del Comune di Desio per finalità istituzionali o sociali. L’IMMOBILE. Il...

581 0
581 0

DESIO – E’ stato riaperto il bando che intende dare in gestione il bene trasferito al patrimonio indisponibile del Comune di Desio per finalità istituzionali o sociali.

L’IMMOBILE. Il compendio immobiliare è costituito da un fabbricato di circa 415 mq con cortile cementato di circa 400 mq, un terreno agricolo di circa 2.735 mq e un capannone allo stato semigrezzo. Si tratta di una villa indipendente, di un manufatto edilizio ad uso deposito e di un ripostiglio. L’accesso agli immobili, realizzati in epoca recente, avviene tramite un accesso pedonale e carraio da via Ferravilla.

CHI PUO’ PARTECIPARE AL BANDO. Sono ammessi alla selezione comunità, anche giovanili, enti, associazioni maggiormente rappresentative degli enti locali, organizzazioni di volontariato, comunità terapeutiche e centri di recupero, nonché cura, di tossicodipendenti, associazioni di protezione ambientale e altre tipologie di cooperative, purché a mutualità prevalente, fermo restando il requisito della mancanza dello scopo di lucro.

IL PROGETTO DA REALIZZARE. Deve rispondere a esigenze di carattere assistenziale sanitario e/o sociale, particolarmente sentite a seguito dell’emergenza pandemica. Lo stesso dovrà riguardare lo svolgimento di attività e iniziative rivolte alla cittadinanza, dirette ad apportare un valore aggiunto alla comunità desiana, e dovrà tenere in considerazione i bisogni del territorio, con coinvolgimento della società e dei cittadini.

LA DOMANDA. Gli interessati dovranno far pervenire le proposte al Comune di Desio entro e non oltre le ore 12 di giovedì 8 settembre 2022 in formato digitale non modificabile, all’ indirizzo PEC: protocollo.comune.desio@legalmail.it oppure in formato cartaceo all’ufficio protocollo.

LA DURATA. L’immobile verrà assegnato a titolo gratuito per un periodo da stabilirsi a seconda della destinazione d’uso del bene, in ogni caso per una durata non inferiore a cinque anni e non superiore a vent’anni, al fine di garantire il rientro dei costi sostenuti mediante i lavori di ristrutturazione.

Per informazioni

Servizio Patrimonio: 0362/392369 – @: patrimonio@comune.desio.mb.it

Condividi

Join the Conversation