Coronavirus, ecco chi terrà aperto

Alla fine il Governo, dopo il pressing della Regione Lombardia, ha deciso misure più severe per fronteggiare l’emergenza coronavirus: fino al 25 marzo saranno chiuse molte attività commerciali....

776 0
776 0

Alla fine il Governo, dopo il pressing della Regione Lombardia, ha deciso misure più severe per fronteggiare l’emergenza coronavirus: fino al 25 marzo saranno chiuse molte attività commerciali. Bar, pub e ristoranti saranno chiusi per tutto il giorno e non fino alle 18 come era fino ad oggi. Chiusi anche parrucchieri ed estetisti. Aperte le farmacie e i supermercati. (qui sotto l’elenco completo delle attività che restano aperte)

Non vengono sospese le attività di trasporto, le attività agricole, i servizi assicurativi, postali e bancari. Aperti anche tabacchi ed edicole. Fabbriche e industrie aperte ma con protocolli di sicurezza.

L’elenco completo delle attività che possono rimanere aperte: “Ipermercati, Supermercati, Discount di alimentari, Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari, Commercio al dettaglio di prodotti surgelati, Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici, Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati, Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4), Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico, Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari, Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici, Farmacie, Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica, Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati, Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale, Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici, Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia, Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini, Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione, Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono, Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici”

Il testo integrale del Decreto: DPCM 11 marzo 2020.pdf

Condividi

Join the Conversation