BrianzaRecovery, nella prima giornata il Focus Lavoro

Con il  focus dedicato a “Lavoro e Formazione” ha preso il via  la quattro giorni di confronto BrianzaRecovery. Dall’emergenza sanitaria della pandemia alle opportunità del Recovery Fund”, promosso...

192 0
192 0

Con il  focus dedicato a “Lavoro e Formazione” ha preso il via  la quattro giorni di confronto BrianzaRecovery. Dall’emergenza sanitaria della pandemia alle opportunità del Recovery Fund”, promosso dalla Provincia di Monza e Brianza.

Prima di aprire  i lavori del BrianzaRecovery, il Presidente Luca Santambrogio, con una delegazione composta dal Vicepresidente Riccardo Borgonovo, il  Direttore Erminia Zoppè, il Vice Sindaco di Ceriano Laghetto Dante Cattaneo ed i referenti Afol MB,  ha incontrato i lavoratori della Gianetti di Ceriano Laghetto, in presidio davanti alla sede provinciale, per rinnovare la solidarietà delle istituzioni e contribuire a tenere alta l’attenzione sulla situazione dei 152 lavoratori e delle loro famiglie.

“Sarebbe stato irreale aprire i lavori del nostro Forum, soprattutto nella giornata dedicata al lavoro, senza incontrare chi sta pagando il prezzo di questa crisi, che non è solo conseguenza della pandemia ma di un sistema lavoro che sta dimostrando tutte le sue fragilità. Non è questo il Restart che vogliamo dare al territorio e che si meritano i nostri lavoratori: ecco perché la nostra volontà di portare tutti gli attori territoriali a confrontarsi sui temi principali ha un valore in più per rinnovare  l’impegno a  proseguire lungo quel percorso comune già condiviso verso  un progetto nuovo di “Brianza” più inclusiva, smart e sostenibile.” – dichiara Luca Santambrogio.

Il Presidente ha preso così due impegni per rimarcare la posizione forte ed univoca delle realtà politiche: la proposta di un ordine del giorno al Consiglio provinciale – convocato nel pomeriggio –  e l’invio di una lettera indirizzata direttamente al Fondo Quantum per evidenziare le conseguenze che ricadrebbero a livello territoriale con la chiusura dell’azienda.

In particolare, il Consiglio ha dato mandato al Presidente di intraprendere le possibili azioni per esprimere, verso tutti i referenti istituzionali, le rappresentanze sociali e la proprietà la preoccupazione del territorio per gli esiti della crisi aziendale; per facilitare i processi di messa in disponibilità dell’azienda e l’interlocuzione con i possibili acquirenti.

Condividi

Join the Conversation