Arriva a Biassono il maxi progetto di BrianzAcque finanziato dal PNRR

Dopo Seveso, Macherio e Meda, il grande progetto di BrianzAcque finanziato dal PNRR per la riduzione delle perdite idriche e la digitalizzazione degli acquedotti di 21 comuni della Brianza approda...

1959 0
1959 0

Dopo Seveso, Macherio e Meda, il grande progetto di BrianzAcque finanziato dal PNRR per la riduzione delle perdite idriche e la digitalizzazione degli acquedotti di 21 comuni della Brianza approda a Biassono.

I cantieri prenderanno il via attorno a metà maggio e interesseranno alcuni tratti di tre arterie viabilistiche: via Pessina, via Parco e, in zona più centrale, via San Martino.

Le vecchie condutture, soggette a perdite e non più idonee a garantire ai cittadini un servizio efficiente e di qualità,  saranno dismesse e sostituite con tubazioni di nuova generazione.  In totale, si tratta di riqualificare quasi un chilometro di acquedotto. Un’operazione che -si stima- consentirà di evitare la dispersione di 42,43 metri cubi di acqua al giorno pari a oltre 15.000 metri cubi all’anno. Secondo i calcoli del settore progettazione e pianificazione di BrianzAcque, i lavori avranno una durata di sei mesi e un costo di circa 560 mila euro.

Come per altri precedenti interventi effettuati a Biassono dalla società dell’idrico brianzolo con scavi a cielo aperto, anche per questi  nuovi cantieri si è resa necessaria la “sorveglianza” di un archeologo così come disposto dalla Soprintendenza in relazione al potenziale  rischio di rinvenimento di reperti archeologici.

L’ammodernamento e la digitalizzazione degli acquedotti, premiata dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nella missione “Rivoluzione verde e transizione ecologica”, oltre ad una significativa riduzione delle perdite e ad un minor spreco idrico, porterà al risultato concreto di poter contare su una maggior disponibilità di acqua per i cittadini anche in caso di periodi di siccità e ad una maggior tutela dell’ambiente.

Dichiara il Presidente e AD di BrianzAcque, Enrico Boerci: “Questa grande operazione di svecchiamento degli acquedotti, che ha trovato riconoscimento nel PNRR è la testimonianza concreta dell’impegno dell’azienda per realizzare progettazione e innovazione tecnologica capaci di portare benefici sostanziali alle popolazioni e ai territori serviti.  La sostituzione delle reti obsolete e il conseguente processo di digitalizzazione del sistema serviranno non solo ad abbattere sprechi e disagi, ma anche ad assicurare un’erogazione dell’acqua più efficiente e capillare”.

Per il Sindaco Luciano Casiraghi: “Questo maxi progetto di BrianzAcque, finanziato dal PNRR, rappresenta la risposta concreta ad un grave problema delle reti idriche troppo deteriorate e causa di perdita di molta acqua. Le condutture di nuova generazione garantiranno ai cittadini di Biassono un servizio efficiente e di qualità. Si inizierà con via San Martino a metà maggio per poi proseguire con via Pessina e via Parco mentre,   nel 2024,  toccherà a viale Regina Margherita. Sono onorato ed esprimo tutta la mia gratitudine e quella dell’intera Amministrazione Comunale al Presidente e AD Enrico Boerci e a tutti i tecnici di BrianzAcque per aver ottenuto questo importante finanziamento”.

Rileva Silverio Clerici, Presidente ATO di Monza e Brianza, soggetto beneficiario del finanziamento: “Il PNRR è un’occasione per risolvere criticità che da anni rientrano all’interno della pianificazione degli interventi di ATO MB. La ricerca di perdite idriche, la sostituzione dei contatori vetusti, le interconnessioni tra acquedotti e la digitalizzazione della rete sono tematiche che sinora sono state affrontate e finanziate principalmente tramite Tariffa del Servizio Idrico Integrato (SII). L’aver ottenuto l’accesso al PNRR per la realizzazione di questo intervento ci rende consapevoli della correttezza del cammino intrapreso e degli obiettivi sfidanti da realizzare”.

Piano viabilistico – Le tre vie destinate a “finire sotto i ferri” sono arterie importanti e soprattutto, per  via Parco e Pessina,  ad elevato scorrimento di traffico. In vista dell’inizio lavori, BrianzAcque in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e la Polizia Locale, ha pertanto predisposto un apposito piano viabilistico che, non solo prevede l’istituzione di percorsi alternativi, ma anche la sospensione delle attività di scavo del progetto in occasione di eventi particolari interni al Parco come concerti e il Gran Premio di Formula 1.

I lavori avranno inizio in via San Martino e lungo un primo tratto di via Parco per concludersi in via Pessina. Durante la cantierizzazione, sarà sempre garantito l’accesso ai residenti. Una volta completato l’intervento, la società pubblica dell’acqua brianzola, provvederà al riallaccio di tutte le utenze.

A partire dal 2024 nuovo intervento in viale Regina Margherita –  A Biassono , gli interventi di BrianzAcque legati al progetto Riduzione delle perdite, digitalizzazione e monitoraggio delle reti di distribuzione dell’acqua nei sistemi di acquedotto interconnessi Brianza Centro- Ovest e BRV ed uniti dell’ATO di Monza e Brianza” classificatosi  al nono posto su scala nazionale nella prima finestra temporale  in cui il Mit ha sovvenzionato 21 interventi per  607 milioni di euro, non si esauriscono con la realizzazione dei lavori in via Pessina, Parco e San Martino.  L’anno prossimo, è infatti previsto un nuovo cantiere lungo via Regina Margherita in direzione della frazione di San Giorgio.  

Digitalizzazione degli acquedotti

Come per tutti gli altri 20 comuni della Brianza Nord e Centro coinvolti dal progetto, anche a Biassono saranno avviate le attività di digitalizzazione che mirano alla trasformazione degli acquedotti in “acquedotti intelligenti” con approcci innovativi e vantaggiosi per i processi aziendali e per le nuove tecnologie nel rapporto con i cittadini-consumatori. In particolare, dando seguito ad una campagna avviata già del 2019, BrianzAcque ha in programma la radicale sostituzione di 72.044 contatori meccanici di vecchia generazione con nuovi apparecchi “intelligenti” -smart meters – che consentono al gestore di acquisire in tempo reale da remoto i consumi di ogni singola utenza con tutti i vantaggi in termini di continuità e trasparenza nel servizio fornito al consumatore finale. Inoltre, questi contatori di ultima generazione permettono di individuare anomalie, guasti e manomissioni offrendo la possibilità a BrianzAcque di conoscere sempre lo stato di salute dell’acquedotto e di effettuare interventi tempestivi e mirati in casi di necessità. Il rinnovo del parco contatori PNRR si protrarrà sino alla fine del 2025, al ritmo di circa 2 mila sostituzioni al mese.

Condividi

Join the Conversation