A Vimercate un vertice sulla sicurezza

Presso la sala consiliare del Comune di Vimercate si è tenuta ieri una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, convocata dal Prefetto Patrizia Palmisani...

244 0
244 0

Presso la sala consiliare del Comune di Vimercate si è tenuta ieri una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, convocata dal Prefetto Patrizia Palmisani al fine di analizzare e approfondire la situazione della sicurezza nell’area est della Provincia di Monza e della Brianza.

Il Prefetto ha spiegato che si tratta del “primo appuntamento di una serie di iniziative che porterà il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica ad avvicinarsi ai diversi territori della Provincia e incontrare tutti i Sindaci, con l’obiettivo di dar loro la possibilità di confrontarsi con i referenti del sistema provinciale della sicurezza e segnalare le problematiche locali, che molto spesso accomunano diversi centri limitrofi”.

Oltre a Vimercate, sono stati invitati a partecipare anche i Comuni di Agrate Brianza, Aicurzio, Bellusco, Bernareggio, Burago di Molgora, Busnago,  Caponago, Carnate, Cavenago Brianza, Concorezzo, Cornate d’Adda, Mezzago, Ornago, Roncello, Ronco Briantino e Sulbiate.

In apertura dei lavori i rappresentanti delle Forze di polizia hanno svolto un approfondimento sull’andamento della criminalità nell’area, che si allinea con la tendenza già rilevata con riferimento all’intero ambito provinciale.

Al riguardo, è stato spiegato che le variazioni più rilevanti sono da ricondursi all’intensificazione dei servizi di controllo del territorio conseguentemente all’istituzione, nello scorso mese di Aprile, dei livelli provinciali delle tre Forze di polizia. Il territorio del Vimercatese, in particolare, è stato interessato da una riorganizzazione della Compagnia dei Carabinieri di Vimercate, che oggi ha competenza esclusivamente su 17 Comuni dell’ambito provinciale di Monza e della Brianza.

Nel prendere atto di tali risultati positivi, il Prefetto ha richiamato l’attenzione dei Sindaci sull’importanza di lavorare anche sulla percezione della sicurezza da parte della cittadinanza, che spesso si pone in controtendenza rispetto al calo generale della criminalità registrato a livello nazionale e locale.

Il Prefetto ha dunque sottolineato l’importanza di creare forti sinergie tra tutte le Istituzioni del territorio, tanto di livello provinciale quanto comunale. Ha quindi indicato alcuni strumenti a disposizione dei Sindaci che consentirebbero di elevare ulteriormente la sicurezza dei territori. È stata segnalata anzitutto l’opportunità di curare una costante comunicazione alla Questura della programmazione dei servizi effettuati dalle Polizie locali, al fine di consentire al tavolo operativo delle Forze di polizia di migliorare ulteriormente l’efficienza della pianificazione dei servizi di controllo del territorio.

Un ulteriore contributo potrà essere offerto dall’implementazione dei sistemi di videosorveglianza, i cui progetti dovranno essere sottoposti all’esame preliminare del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica. Al riguardo, il Prefetto ha sottolineato l’importanza della collaborazione in particolare tra i Comuni limitrofi, nella prospettiva di evitare sovrapposizioni e ottimizzare l’investimento delle risorse a disposizione.

Infine, il Prefetto ha rammentato ai Sindaci la possibilità di procedere alla stipula di Protocolli d’intesa con la Prefettura per la regolazione dei progetti di controllo di vicinato, che consentirebbero di strutturare meglio le diverse iniziative già avviate ed agevolare le forme di interazione con le Forze di polizia.

Gli Amministratori intervenuti hanno dunque colto l’occasione per segnalare le questioni più rilevanti che si registrano in ciascun territorio. Al riguardo, il Prefetto ha assicurato che tutte saranno oggetto di attenzione e approfondimento.

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation