A Giussano il lettore del microchip dei cani

GIUSSANO – La Polizia Locale del comune brianzolo può contare su un lettore per scansionare il microchip canino, un dispositivo che consente, fra l’altro, una più veloce restituzione dei...

623 0
623 0

GIUSSANO – La Polizia Locale del comune brianzolo può contare su un lettore per scansionare il microchip canino, un dispositivo che consente, fra l’altro, una più veloce restituzione dei cani smarriti

Garantire una più veloce restituzione dei cani smarriti ai legittimi proprietari, oltre a verificare il rispetto delle disposizioni sul tema benessere dell’animale: con questi obiettivi è in uso alla Polizia Locale di Giussano un lettore microchip di ultima generazione adatto per scansionare i microchip canini, obbligatori per legge in tutta Italia.

Gli agenti, attraverso questa apparecchiatura, possono controllare il microchip che ogni proprietario deve per legge far applicare al proprio cane per non incorrere in sanzioni pecuniarie. Il codice identificativo viene registrato presso l’Anagrafe Canina Regionale e permette di associare l’animale ai dati anagrafici del proprietario.

Il lettore è in grado anche di scansionare i microchip relativi ai gatti: in Italia, nonostante l’Anagrafe Nazionale Felina esista da qualche anno, non è obbligatorio microchippare il proprio gatto. Regione Lombardia, attraverso il Piano Regionale Integrato della Sanità Pubblica Veterinaria 2019-2023, ha però reso obbligatorio il microchip per tutti i gatti nati o acquisiti a partire dal 1° gennaio 2020, prevedendo sanzioni nel caso di trasgressione. La normativa non ha però valore retroattivo, quindi chi ha adottato un gatto prima di tale data può decidere se microchipparlo o meno.

“L’utilizzo di questo strumento ci mette nella condizione di essere di aiuto a chi tiene al proprio cane e al proprio gatto, rendendolo più facilmente identificabile e distinguendolo da esemplari randagi – afferma Paola Ceppi, assessore con delega al Benessere animale – Attraverso la lettura del microchip, è infatti possibile risalire rapidamente ai legittimi proprietari dei cani smarriti, ma è anche possibile verificare il rispetto delle normative di benessere animale. Nel caso di un cane e di un gatto, sarà così più facilmente agevolato il ricongiungimento con il suo proprietario. Il lettore elettronico inoltre consentirà di controllare, in base ai dati registrati all’Anagrafe Canina Regionale, l’appartenenza dell’animale ai dati anagrafici del proprietario”.

Foto di Karen Warfel da Pixabay

Condividi

Join the Conversation