Olgiate Molgora, la Casa Famiglia verso la Fase 2

Presso la Casa Famiglia di Olgiate Molgora di Sodalitas ha  preso il via la ‘Fase2’ anche per i residenti della struttura.  Da mercoledì 22 aprile, infatti, previa comunicazione...

154 0
154 0

Presso la Casa Famiglia di Olgiate Molgora di Sodalitas ha  preso il via la ‘Fase2’ anche per i residenti della struttura.  Da mercoledì 22 aprile, infatti, previa comunicazione e assenso dell’amministrazione comunale, arrivata fin dalla giornata di lunedì 20 aprile, i parenti degli ospiti hanno potuto iniziare ad incontrare i propri cari.

“Si tratta di un’iniziativa – spiegano dalla Direzione della Casa Famiglia – che avviene  previo consenso dei Medici, e  naturalmente all’esterno della struttura nel rigoroso rispetto delle norme (distanza di almeno 2 metri, guanti e mascherine)”.

“Le famiglie dei nostro residenti – continuano dalla Direzione della Casa Famiglia – appena informate di questa possibilità, si sono dette subito entusiaste. E’ stato un bel messaggio per loro ma anche per la nostra struttura e i suoi operatori. Un segnale di fiducia verso il futuro”.

Da qui la definizione di un’agenda ben scaglionata con visite della durata di non più di mezz’ora, spalmate durante l’arco della giornata, o comunque, svolte in ambienti esterni dove  la distanza tra ospiti e famigliari è oltremodo garantita.

“Stiamo raccogliendo i diversi appuntamenti – evidenzia la Direzione della struttura – non andiamo mai oltre le cinque visite giornaliere e considerato il clima ormai primaverile, sfruttiamo al meglio gli ampi spazi all’aperto di cui è dotata la nostra Casa Famiglia. Proseguiremo con queste modalità anche nei prossimi giorni”.

“Dopo tanto tempo (*la casa è chiusa alle visite esterne dallo scorso 22 febbraio) pensiamo che possa davvero essere determinante ritornare a favorire una modalità di incontro, almeno visiva e a distanza: uno sguardo di affetto, un sorriso commosso, una mano che si apre a chi si vuole bene può contribuire al benessere dei residenti, a volte meglio dei farmaci, rassicurando altresì i familiari sullo stato di salute/assistenza dei propri cari che hanno espresso grande soddisfazione” conclude così la Direzione della struttura.

Condividi

Join the Conversation