ASST Monza, rischio operatori fra i valori più bassi

Dopo avere sottoposto a tampone circa 1400 operatori sanitari asintomatici, nel periodo di massima esposizione, appartenenti alle fasce più esposte al rischio con risultati di positività sotto il...

792 0
792 0

Dopo avere sottoposto a tampone circa 1400 operatori sanitari asintomatici, nel periodo di massima esposizione, appartenenti alle fasce più esposte al rischio con risultati di positività sotto il 4%, anche per la ASST di Monza (Ospedale San Gerardo e Ospedale di Desio) sono partiti i test sierologici.

Sui 1500 operatori sottoposti a test, abbiamo percentuali sotto il 5% di operatori positivi che scende all’1% se si considera che questi operatori hanno fatto poi un tampone che è risultato negativo.

Se si rapporta il valore dei positivi al numero dei posti letto per pazienti Covid gestiti durante la crisi – ricordiamo circa 600 numero tra i più alti in regione – si ottiene che la ASST di Monza vanta un grado di esposizione molto più basso delle ASST che hanno gestito lo stesso numero di pazienti e pari ad un quinto alla media regionale.

“Un risultato eccellente – sottolinea il Direttore Generale della Asst Monza, Mario Alparone -. Questo vuol dire che le strategie di contenimento del rischio che abbiamo attuato a tutela di pazienti e dipendenti sono a prova di numero risultate efficaci. Continueremo con questa attenzione nella Fase due”.

Condividi

Join the Conversation