Addio a Marchionne il manager dal pullover blu

Addio Marchionne, manager informale, che non metteva la cravatta, che mangiava alla mensa della Fiat con gli altri dipendenti. Mai sopra le righe nei toni,...


210 0
210 0

Addio Marchionne, manager informale, che non metteva la cravatta, che mangiava alla mensa della Fiat con gli altri dipendenti. Mai sopra le righe nei toni, sempre un passo avanti agli altri nella preparazione, nelle strategie e nelle relazioni industriali. E’ morto ieri in una clinica di Zurigo, all’età di 66 anni, in un clima di assoluto riserbo, si dice per un tumore ai polmoni, conseguenza dei due pacchetti di sigarette al giorno che il manager fumava per stemperare la tensione.

Monza lo ricorda con affetto perché nel 2015 aveva difeso il “nostro” autodromo dalla smania di Ecclestone, disposto a cancellare la storia per qualche dollaro in più. E il mondo intero ne tesse le lodi per le sue capacità indiscusse. Sergio Marchionne, figlio orgoglioso di un Carabiniere emigrato in Canada, ha creato uno dei gruppi automobilistici più forti del mondo partendo da FIAT e Chrysler già praticamente fallite.

Grande umanità, pullover blu a girocollo che portava anche nelle occasioni ufficiali. Sarà ricordato anche per questo.

Commenti