‘Ndrangheta e traffico di droga: 23 arresti dei Carabinieri

All'alba di oggi i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano, nelle province di Milano, Como, Monza e Brianza, Novara, Reggio Emilia, Savona, Torino e Varese, hanno...


600 0
600 0

All’alba di oggi i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano, nelle province di Milano, Como, Monza e Brianza, Novara, Reggio Emilia, Savona, Torino e Varese, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Milano, nei confronti di 23 italiani (di cui 16 in carcere, 6 agli arresti domiciliari e uno all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria), ritenuti responsabili a vario titolo di cessione di sostanze stupefacenti, ricettazione, porto illegale di armi comuni da sparo, detenzione abusiva di armi e munizioni e intestazione fittizia di beni.

L’indagine, condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Milano ha consentito di individuare gruppi criminali ben organizzati, divisi in “batterie”, che si rifornivano di cocaina da soggetti di origine calabrese, contigui alla ‘ndrangheta, nonché di hashish e marijuana dalla Spagna e da cittadini nordafricani operanti nel capoluogo meneghino e nell’hinterland.

La redistribuzione dello stupefacente agli acquirenti, anche a domicilio, avveniva in Lombardia, Piemonte e Liguria. Era dal 2015 che i Carabinieri indagavano – come ha spiegato il tenente colonnello Michele Miulli del Nucleo investigativo di Milano – per smascherare i traffici di famiglie malavitose che si erano rese protagoniste di furti in istituti di credito per finanziare successivamente altre imprese criminali. (Do.Sa.)

Commenti