Monza, via libera ai lavori alla scuola Salvo D’Acquisto

Nuovi servizi igienici e riqualificazione della scuola «Salvo D’Acquisto». Il Comune di Monza ha approvato lo stanziamento per rifare i bagni e abbattere le barriere architettoniche della scuola elementare di...

1774 1
1774 1

Nuovi servizi igienici e riqualificazione della scuola «Salvo D’Acquisto». Il Comune di Monza ha approvato lo stanziamento per rifare i bagni e abbattere le barriere architettoniche della scuola elementare di via Paganini, un edificio costruito nei primi anni Settanta. Il finanziamento rientra nel Piano delle opere pubbliche 2018/2020.

Investire sul territorio. «I lavori sulla scuola D’Acquisto non sono più rinviabili – spiega il Vicesindaco e Assessore ai Lavori pubblici Simone Villa – Sui servizi igienici della scuola, in particolare, in oltre 40 anni non era mai stato fatto alcun intervento. Abbiamo indicato dunque questa priorità, cui si aggiunge in un secondo momento il riammodernamento delle strutture».

Trecentonovantamila euro. L’investimento per rimettere a nuovo i sette corpi bagno della scuola distribuiti su quattro piani è di 390.000 euro: «Stiamo investendo sulle manutenzioni quante più risorse possibili per rinnovare e migliorare il patrimonio dell’edilizia scolastica cittadina», conferma il vicesindaco Simone Villa. L’intervento consiste nell’abbattimento delle barriere architettoniche dei servizi igienici della scuola, nel rifacimento della rete di scarico e nella disposizione di nuovi bagni per persone diversamente abili. I lavori sono previsti per l’estate.

Sicurezza e risparmio energetico. «Lo spazio – conclude l’Assessore ai Lavori pubblici – è un elemento fondamentale per l’apprendimento delle bambine e dei bambini che trascorrono gran parte della loro giornata a scuola. Per questo stiamo lavorando a pieno regime per restituire a studenti, famiglie e insegnanti scuole sicure e con spazi adeguati, in grado di incidere anche dal punto di vista ambientale e del risparmio energetico».

Secondo step. La Giunta ha stanziato altri 610 mila euro per una seconda tranche di interventi che prevedono: nuove coperture per una superficie complessiva di circa 1.200 mq., l’adeguamento alle nuove normative degli impianti idraulici ed elettrici; un nuovo sistema di controllo dell’illuminazione degli ambienti per contenere i consumi energetici e la sostituzione dei controsoffitti esistenti con pannelli di gesso pieno ribassati e realizzati con lastre ignifughe e di tipo «antisfondellamento». Questa seconda tranche di lavori è in programma per la primavera/estate del 2020

Scuola degli anni Settanta. Costruito tra il 1972 e il 1974, l’edificio che ospita la scuola elementare «Salvo D’Acquisto» e la scuola media «Elisa Sala» è costituito da tre corpi modulari collegati tra loro su tre piani fuori e un interrato a cui, nel 2007, è stata aggiunta la mensa. Sono 18 le aule, laboratori compresi, distribuite su una superficie complessiva di 5.600 mq., che ospitano 284 bambini.

Nel 2020-2021 l’«Elisa Sala». Finanziati con poco più di un milione e mezzo di euro i lavori di adeguamento degli impianti, di miglioramento dell’efficienza energetica e di rifacimento dei bagni anche della scuola media «Elisa Sala». I lavori sono in programma tra il 2020 e il 2021.

Condividi

Join the Conversation