“Change Europe”, lo striscione leghista al GP di Monza

Tradizione nella tradizione: lo striscione dei giovani della Lega srotolato sul rettilineo centrale dell'Autodromo al termine del Gran Premio di Formula 1 a Monza. Quest'anno...


346 0
346 0

Tradizione nella tradizione: lo striscione dei giovani della Lega srotolato sul rettilineo centrale dell’Autodromo al termine del Gran Premio di Formula 1 a Monza. Quest’anno il messaggio dei Giovani leghisti brianzoli si è rivolto al Vecchio Continente, con l’auspicio in inglese di un forte cambiamento: “26th may – Change Europe”, con riferimento al 26 maggio 2019, data delle prossime elezioni europee.

“Non è sufficiente cambiare l’Italia”–  afferma Andrea Crippa, coordinatore dei Giovani leghisti – “Le elezioni dell’anno prossimo saranno un referendum fra l’Europa dell’èlite, delle lobbies, dell’immigrazione, del precariato e l’Europa dei popoli, della famiglia, del lavoro e del futuro. Stiamo creando a livello giovanile una sorta di “Lega delle Leghe” che, in UE, sia capace di mettere insieme tutti i giovani liberi che vogliano difendere i propri confini e le proprie identità. Stiamo raccogliendo tantissime adesioni da tutte le Nazioni del Continente, siamo pronti a guidare questo movimento che scardinerà gli equilibri di un sistema che ci ha portato alla fame.”

Giovani Lega con bandiere Lombardia

“Con le bandiere della Lombardia – continua Alessandro Corbetta, consigliere regionale – abbiamo voluto ricordare quanto sia importante questo evento per il nostro territorio. Stiamo parlando di prestigio a livello internazionale e un indotto da 70 milioni di euro per Milano, Monza e la Brianza. Come già fatto negli anni scorsi, Regione Lombardia metterà in campo tutta la propria forza per mantenere a Monza il GP d’Italia anche dopo il 2019. Non c’è Formula 1 senza Gp di Monza.”

Commenti