La Regione stanzia 6 milioni per il turismo lombardo

La Regione ha approvato lo stanziamento di 6 milioni e 725 mila euro per attività volte alla valorizzazione e al potenziamento del turismo in Lombardia. Un...


177 0
177 0

La Regione ha approvato lo stanziamento di 6 milioni e 725 mila euro per attività volte alla valorizzazione e al potenziamento del turismo in Lombardia.

Un Piano importante che destina risorse ad un settore, quello turistico, fondamentale per l’economia e l’occupazione in Lombardia,  spiega l’assessore regionale Magoni, dalle città d’arte ai laghi, dai paesaggi naturalistici alle montagne sino ai percorsi enogastronomici, la nostra regione ha una spiccata vocazione turistica e il piano mira a potenziare ulteriormente i servizi e la qualità della proposta, con l’obiettivo di far diventare la Lombardia prima meta turistica italiana.

Nello specifico, il Piano prevede l’impiego di 1 milione e 260 mila euro per la promozione e il marketing territoriale, l’accoglienza e la formazione, con la predisposizione di percorsi ad hoc finalizzati alla preparazione di professionisti del settore qualificati e competenti (dagli albergatori ai ristoratori, dagli operatori delle strutture ricettive alle guide turistiche e ai tour operator).

Inoltre, 5 milioni e 215 mila euro sono dedicati ad azioni e strumenti di sostegno dei territori (predisposizione di bandi per finanziamenti alle imprese di settore, voucher e progettualità mirate). L’impegno di Regione Lombardia è finalizzato anche ad implementare ed elevare la qualità, l’innovazione e la digitalizzazione del sistema turistico.

Nel 2017 in Lombardia vi sono stati 16 milioni e mezzo di arrivi, con oltre 39 milioni di presenze, con una crescita rispetto all’anno precedente rispettivamente del 7,5 per cento e del 5,9 per cento, continua l’assessore Magoni. Occorre mirare a un turismo sempre più destagionalizzato, in grado di far apprezzare le  bellezze per tutto l’anno.

Per raggiungere tale obiettivo, è necessario puntare su servizi efficienti e strutture all’avanguardia, valorizzando un ‘Turismo dei territori’ che sappia attrarre sempre più visitatori da ogni parte del mondo

Commenti