A Monza presentato il progetto “Ville aperte in Brianza”

Presentata nella Villa Reale di Monza la sedicesima edizione di 'Ville aperte in Brianza', l'iniziativa che dal 15 al 30 settembre propone visite guidate alla riscoperta del patrimonio...


340 0
340 0

Presentata nella Villa Reale di Monza la sedicesima edizione di ‘Ville aperte in Brianza’, l’iniziativa che dal 15 al 30 settembre propone visite guidate alla riscoperta del patrimonio culturale della Brianza e coinvolge  province, 70 Comuni, 90 partner, oltre 150 siti pubblici e privati tra ville, palazzi, parchi e giardini, chiese e musei.

Oltre al vice presidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Universita’, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala, era presente anche l’assessore regionale allo Sport e giovani Martina Cambiaghi.

L’assessore regionale all’Autonomia e Cultura Stefano Bruno Galli ha inviato un messaggio scritto in cui ha sottolineato come ‘Ville aperte in Brianza’ costituisca “un’occasione per scoprire le ‘ville di delizia’, tesori architettonici di un territorio ricchissimo di cultura e di bellezze paesaggistiche. Queste ville nobiliari,  ha scritto l’assessore nella nota, sono la viva testimonianza di una raffinata e diffusa cultura che le grandi famiglie lombarde del XVII e XVII secondo condividevano con il resto d’Europa, partecipi di quella sorta di ‘internazionale aristocratica’ che ha caratterizzato uno dei momenti cruciali e decisivi del ciclo storico della modernità politica nell’Occidente europeo”.

La manifestazione, promossa dalla Provincia di Monza e della Brianza si svolge in collaborazione con le Province di Lecco e Como che hanno il ruolo di raccordo con i rispettivi territori, con la Città Metropolitana di Milano e, per la prima volta, con la Provincia di Varese.

Commenti