Monza, le iniziative per l’8 marzo

Sono quattordici le iniziative raccolte dal Comune di Monza nel programma “L’Otto per vincere”, che dalla fine di febbraio fino al 21 aprile propone incontri, corsi, eventi e conferenze...

260 0
260 0

Sono quattordici le iniziative raccolte dal Comune di Monza nel programma “L’Otto per vincere”, che dalla fine di febbraio fino al 21 aprile propone incontri, corsi, eventi e conferenze per la Giornata Internazionale della Donna.

Le iniziative, organizzate in collaborazione con il Tavolo Pari Opportunità e altre realtà cittadine, presentano le diverse sfaccettature dei percorsi compiuti dalle donne per raggiungere la piena eguaglianza di genere, con un focus particolare sullo sport femminile e il ruolo della donna nel mondo dell’arte, della musica e del teatro. In programma anche dibattiti e insegnamenti base di autodifesa.

Gli appuntamenti. Il percorso “L’Otto per vincere” prevede in particolare quattro incontri destinati a sfociare in una mostra, tre spettacoli, cinque conferenze, quattro laboratori pratici, tre visite guidate e un corso di autodifesa.

Si inizierà all’Oratorio San Biagio con Luci e contrasti, un viaggio attraverso la fotografia interculturale proposto da Laura Poletti. Attraverso quattro incontri gratuiti tra febbraio e marzo vengono esplorati il tema della luce e dei contrasti, offrendo agli spettatori la possibilità di scoprire nuove prospettive e sensibilità.

L’esposizione dei lavori realizzati la sera del 19 aprile conclude questo percorso, dando voce alle visioni e alle interpretazioni dei partecipanti.

Segue domenica 25 febbraio lo spettacolo teatrale “Elettra – la violenza sulle donne dal mito greco alla cronaca attuale”, una suggestiva rappresentazione che affronta il tema della violenza contro le donne attraverso un parallelismo che abbatte le barriere del tempo.

Attraverso la danza butoh e la musica live, gli spettatori vengono condotti in un viaggio emotivo che mette in luce le sfide e le sofferenze affrontate dalle donne nel corso dei secoli. Il programma prosegue il 28 febbraio con “Romanzo di un’anamnesi”, uno spettacolo teatrale che mescola ironia e poesia per esplorare temi legati alla crescita e all’identità. Con la partecipazione dell’autrice Sara Parziani e la moderazione della giornalista Barbara Rachetti, lo spettacolo si trasforma anche in un’occasione per stimolare la riflessione.

Con “L’Impegno e il coraggio – donne per la pace”, il 6 marzo al Centro Civico San Rocco, viene invece messo al centro del dibattito il ruolo delle donne nella promozione della pace e della solidarietà. Con interventi di autrici e giornaliste impegnate sul fronte della pace, l’evento offre spunti di riflessione e testimonianze preziose.

Riuscire nell’impresa. Per sottolineare il ruolo dello sport come veicolo di emancipazione e cambiamento sociale, il Comune ha organizzato per l’8 marzo presso la Sala Chaplin del Binario 7 “Riuscire nell’Impresa”, un dibattito che vede la partecipazione di atlete di spicco provenienti da diverse discipline. Attraverso testimonianze e confronti, l’obiettivo sarà sfatare gli stereotipi di genere legati allo sport e promuovere una cultura sportiva inclusiva e aperta a tutti.

Sempre l’8 marzo sarà la volta di “Amori sbarrati in versi” sotto i portici dell’Arengario e “Artemisia Gentileschi – Amore per l’arte, passione per la vita” al Birrificio Alma, eventi che offrono l’opportunità di esprimere e condividere esperienze attraverso la poesia e l’arte.

La sera del 14 marzo alla Biblioteca del Carrobiolo si terrà invece la conferenza di Monia Colaci, docente di storia contemporanea, dal titolo “La Gabbia e il Volo, La figura della donna nel 20° secolo”.

L’incontro “Stereotipi di genere e immagini nella comunicazione”, che si terrà il 23 marzo al Centro Civico Liberthub, sarà invece l’occasione per un confronto sulle conseguenze dell’uso e abuso dell’immagine femminile nell’era dei social.

Il ciclo di eventi “Donne Controcorrente”, che inizierà il 9 marzo alle 17 con la conferenza, in via Santa Maddalena, dal titolo “Le Regine d’Italia”, a cura di Luciano Regolo e Elena Riva, offrirà la possibilità di partecipare a visite guidate gratuite a cura del Centro Documentazione Residenze Reali le visite riguarderanno il 10 marzo la Villa Reale; il 23 marzo i Musei Civici e il 7 aprile il Centro storico.

Empowerment e formazione. Per l’8 marzo non mancheranno occasioni concrete per l’empowerment e la formazione. Si terrà il 9 marzo a cura della Consulta di quartiere Regina Pacis – San Donato presso il Centro Civico Buonarroti e la palestra della Scuola Bellani dal titolo “Introduzione alla legittima difesa” un corso di autodifesa e antiaggressione che offrirà strumenti pratici per affrontare situazioni di pericolo e promuovere la sicurezza personale. L’evento è parte del più ampio “Kaleidoscopica: arte e determinazione”, che porterà tra l’8 e il 9 marzo altri laboratori e workshop al Centro Civico. Sempre di autodifesa tratterà l’incontro “Autodifesa e Antiaggressione: fiducia e prevenzione!” che si terrà il 19 marzo alle 17 presso la sede dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di via Lario 15 e presenterà un corso che si terrà poi in aprile.

Infine, il “Gran Galà internazionale” propone una serata di musica, danza, lirica e prosa, arricchita da una mostra fotografica dedicata alle donne nel mondo. Mentre “Un nome, ma tante” offre uno spazio per la voce e il coro, dando vita a una performance emozionante e partecipativa.

Condividi

Join the Conversation