Missaglia: mostra virtuale di sacre icone

Sacre Icone: continuano con successo, popolare, mediatico e di critica, le esposizioni collettive d’arte in modalità virtuale, date le difficoltà del momento, promosse e “allestite” dal giornalista e...

403 0
403 0

Sacre Icone: continuano con successo, popolare, mediatico e di critica, le esposizioni collettive d’arte in modalità virtuale, date le difficoltà del momento, promosse e “allestite” dal giornalista e critico d’arte Silvano Valentini e dalla nota pittrice internazionale Olena Khudoley e visibili sulla pagina Facebook di “Arte in Bottega”.

Questa volta si tratta di sacre icone, una tecnica espressiva tipica dell’est europeo, in particolare russo, e della Grecia classico-medioevale, non solo pittura su specifici supporti lignei, ma anche un’intensa ritualità spirituale.

Vediamo le opere selezionate dagli organizzatori, dall’alto a sinistra, con due capolavori di quello che è considerato il più grande creatore di sacre icone, il russo Andrej Rublëv (1360-1430), “La SS. Trinità” e “Cristo Salvatore” e un’icona con il suo ritratto con l’aureola, dal momento che è venerato come santo dalla chiesa ortodossa.

Seguono due autori contemporanei, Aska Mendys-Gatti con “La mia prima Icona” ed Emil Marinov Tzeinski con “La Madonna col Bambino” e “San Nicola”.

Condividi

Join the Conversation