Pallanuoto, un Monza corsaro espugna l’Olimpica di Como

Dalla coda alla zona play off. Con la vittoria in riva al Lario contro la PN Como - terzo successo nelle ultime quattro...


monza nuoto
208 0
208 0

Dalla coda alla zona play off. Con la vittoria in riva al Lario contro la PN Como – terzo successo nelle ultime quattro giornate – i Granchi biancorossi si ritrovano, pur in affollata compagnia e con la peggiore differenza reti, ad occupare la quarta posizione utile per gli spareggi promozione. 

Nc Monza torna coi tre punti dall’Olimpica comasca al termine di un match tirato e teso con continui ribaltamenti di risultato e contraddistinto da ben 5 espulsioni per squadra, con rosso definitivo per Catalano e Orsenigo che probabilmente salteranno per squalifica il prossimo match. Sorpassati nel terzo tempo con un break di +2 comasco messo a segno dopo un rigore sbagliato dal capitano Dilernia, monzesi e lariani hanno iniziato il quarto tempo sul punteggio thrilling di 4-4. Ci ha pensato poi il gigante monzese Erbicella (203 cm) a mettere in fondo al sacco prima la rete del 5-4 e, dopo il pareggio comasco, il gol della vittoria a 60” dall’ultima sirena.

“Abbiamo preparato bene le partita, fermando le loro ripartenze e mettendo i loro due mancini in condizione di non farci male”, ha commentato coach Fabio Frison. “Tra il secondo e terzo tempo abbiamo forzato troppo, sbagliando l’ultimo passaggio e troppe conclusioni affrettate, ma quando abbiamo ripreso a costruire il gioco e a far girare la palla siamo stati più forti. Le due espulsioni che si tradurranno in squalifiche e l’assenza di Barzon per il prossimo match però mi preoccupano.”

“Prestazione all’altezza del nostro vero valore” per il capitano del Settebello monzese Matteo Dilernia. “Abbiamo messo in campo tutta la nostra grinta nonostante i nostri avversari abbiano giocato molto sul piano fisico. La classifica ora ci rende un po’ più di giustizia. Potenzialmente possiamo fare risultato dappertutto”. 

Sabato prossimo, prima giornata di ritorno, scenderanno in acqua alla “Pia Grande” i cugini della CUS Geas Milano, vincitori di misura (6-5) all’esordio in campionato e che ha concluso il girone d’andata un punto sotto i monzesi. Fischio d’inizio alle 18.15. La storica rivalità tra le due formazioni promette scintille. 

Coach Frison, siamo a metà campionato. La classifica rispecchia fedelmente gli sforzi dell’NC Monza fino a questo punto?

Direi che ci saremmo meritati almeno un paio di punti di punti in più persi per strada per sconfitte di misura o pareggi che ci stavano stretti. 

In questo torneo, dove basta un ciclo anche breve di vittorie o sconfitte per salire o scendere, quali obiettivi vuole porsi questa squadra?

La salvezza è l’obiettivo minimo di questa stagione. Noi vogliamo puntare ai playoff e vedere cosa succede. 

Dopo un avvio stentato i Granchi hanno sicuramente svoltato, con 9 punti in quattro partite. Ma cosa manca ad oggi per fare il salto definitivo di qualità?

Sicuramente la maturità e la freddezza per gestire i vantaggi. Sul cuore e sulla capacità di non arrendersi e recuperare anche le situazioni più difficili… lo abbiamo dimostrato ampiamente in campionato. 

Con l’avvio del girone di ritorno avrete ora la possibilità di dimostrare che le sconfitte della prima fase sono state immeritate. 

Diciamo subito che tranne che con Brescia, contro la quale non abbiamo di fatto giocato, non ci sentiamo secondi a nessun’altra squadra. Non vediamo l’ora di vendicarci di tutte le sconfitte di misura subite. 

Gli altri risultati 

Brescia WP – Sea Sub Modena 12-4

Lib. RN Perugia – CUS Geas Milano 3-3

WP Verona – Mestrina Nuoto 4-6

PN Bergamo – Varese ON 8-7

La classifica dopo la IX Giornata

Brescia WP 27

Varese ON, Mestrina Nuoto 16

*Sea Sub Modena, PN Bergamo, NC Monza 11

*WP Verona, CUS Geas Milano 10

PN Como, 8

Lib. RN Perugia 3

WP Verona e Sea Sub Modena 

una partita in meno

Commenti