Le brianzole in D tra delusioni e soddisfazione

di Cristiano Comelli – Due delusioni e una soddisfazione. Se Folgore Caratese e Seregno escono dai rispettivi impegni contro Varesina e Lumezzane con il muso lungo, la Giana Erminio...

563 0
563 0

di Cristiano Comelli – Due delusioni e una soddisfazione. Se Folgore Caratese e Seregno escono dai rispettivi impegni contro Varesina e Lumezzane con il muso lungo, la Giana Erminio suona un’altra marcia trionfale sul terreno del Forlì e si conferma in testa alla classifica allungando a più cinque sull’Aglianese seconda. Vediamo le impressioni postgara nei tre sodalizi.

FOLGORE CARATESE -VARESINA 0-2

Giuliano Melosi (allenatore Folgore Caratese): “Abbiamo gestito bene in partenza la partita, il problema è quando usciamo dagli spogliatoi, con l’Alcione siamo stati bravi a recuperare, oggi purtroppo no, ci capita spesso che nel secondo tempo non entriamo con il piglio giusto e non si capisce perchè, peccato perchè abbiamo preso gol stupidi ma stiamo crescendo, ci vuole convinzione in più davanti, ci mancano dei gol che non arrivano per caso ma devono essere cercati, lì davanti dobbiamo migliorare”.

LUMEZZANE- SEREGNO 4-0

Maurizio Lanzaro (allenatore Seregno): “E’ stata una bruttissima prestazione, chiedo scusa ai tifosi seregnesi per prestazione e risultato, abbiamo sicuramente affrontato una squadra forte ma il Seregno non ha giocato da Seregno, sono io il responsabile della brutta prestazione della mia squadra, non ci sono altri responsabili, degli errori parlerò con i ragazzi in privato e non sarò tenerissimo, c’è tanta rabbia da parte di tutti, nonostante questo li difenderò sempre perchè sono un gruppo vero , composto da persone stupende, da oggi starò ancora più attento alle piccole sfumature”.

FORLI’ – GIANA ERMINIO 1-4

Andrea Chiappella (allenatore Giana Erminio): “Siamo stati bravi a capitalizzare bene gli episodi, è stato un primo tempo di sofferenza, dobbiamo aspettarci di soffrire, siamo una squadra con sette elementi della primavera, che ha preso diciotto giocatori nuovi, che ha dovuto smaltire la delusione, ci sta tutta di venire a Forlì fuori casa e soffrire, il Forlì a Carpi ha fatto molto bene. Nel primo tempo potevamo fare meglio, nel secondo abbiamo capito l’andazzo e anche la loro fisicità, soprattutto sui cross, ci ha messo in difficoltà, abbiamo valutato di giocare più di ripartenza e abbiamo avuto tre o quattro occasioni , Corno di testa salvata sulla linea, il cross laterale che poteva essere il 3-1, erano le occasioni giuste per fare capitalizzare prima la partita”.

Photocredits

Condividi

Join the Conversation