Il Renate torna alla vittoria al Picchi di Livorno

di Cristiano Comelli – La vittoria mancava da quattro turni. Un digiuno troppo ampio per il Renate di mister Aimo Diana che ha deciso di interromperlo andando a imporsi...

155 0
155 0

di Cristiano Comelli – La vittoria mancava da quattro turni. Un digiuno troppo ampio per il Renate di mister Aimo Diana che ha deciso di interromperlo andando a imporsi di misura all'”Armando Picchi” di Livorno. Il successo, il quindicesimo stagionale, consente a Maistrello e compagni di mantenere il secondo posto a meno cinque dal Como vittorioso sul campo amico del “Luigi Sinigaglia” contro la Giana Erminio per 2-1. Tre punti che vanno a riscattare la prova opaca fornita dai nerazzurri al “Città di Meda” mercoledì scorso contro l’AlbinoLeffe.

PRIMO TEMPO – Il Renate recupera Magli, assente dal 30 settembre dall’incontro di Coppa Italia con l’Empoli per infortunio. Il Livorno ,bisognoso di punti per rinforzare la sua classifica decisamente asfittica, prova a riservare subito ai nerazzurri lo stesso trattamento dell’andata quando si imposero al “Città di Meda” per 2-0 ma il tiro di Dubickas servito da Buglio vede Gemello opporsi con bravura. Al 24′ il Renate passa in vantaggio con un rigore trasformato da Galuppini e concesso per un atterramento di Stancampiano su Nocciolini. Quest’ultimo sfiora il raddoppio al 35′ concludendo a fil di palo.

SECONDO TEMPO – Pochissime emozioni da segnalare tra due squadre su cui scende la stanchezza. Il solo episodio degno di nota è un tiro di Anghileri che impegna Stancampiano. Renate ancora in scia dei lariani con un ritardo immutato rispetto allo scorso turno ma con il ritorno a una vittoria che fa classifica e morale.

DICHIARAZIONE POSTGARA

FRANCESCO GALUPPINI (CALCIATORE RENATE): “Questo gruppo è molto unito e lo è sempre stato, siamo stati meno brillanti in questo periodo rispetto ai nostri standard ma abbiamo reagito alla grande, buona prova di compattezza di squadra e risultato molto importante. Dobbiamo andare avanti così partita dopo partita, dobbiamo continuare su questa strada, finché la matematica ce lo concede lotteremo per quell’obiettivo”.

Foto da Facebook

Condividi

Join the Conversation