Brianzole in D, la Folgore vuole i playoff

di Cristiano Comelli – Centoottanta minuti alla fine della stagione regolare. Un solo sorriso e tre musi lunghi. Il primo viene dalla Folgore Caratese che potrebbe giocarsi i...

296 0
296 0

di Cristiano Comelli – Centoottanta minuti alla fine della stagione regolare. Un solo sorriso e tre musi lunghi. Il primo viene dalla Folgore Caratese che potrebbe giocarsi i playoff per cercare di dare la scalata verso la Lega Pro. Gli altri, invece, sono quelli di Vis Nova Giussano, Leon e Tritium tutte e tre a rischio retrocessione o al più nella necessità di agguantare la tanto agognata salvezza passando per le forche caudine dei playout. Tutte scenderanno in campo domenica 8 maggio alle 16.

FOLGORE CARATESE – SANGIULIANO CITY

Gli ospiti sono già in beatitudine avendo conquistato la matematica promozione in Lega Pro al termine di un campionato versione marcia trionfale. La Folgore occupa il quarto posto con sessanta punti e accarezza molto da vicino il supplemento di campionato. Per la compagine di mister Emilio Longo e del presidente Michele Criscitiello già questo sarebbe un ottimo motivo per archiviare la stagione con le campane a festa. La Lega Pro, al momento, per Ciko e compagni, non è un miraggio.

VIS NOVA GIUSSANO – PONTISOLA

Per una Folgore che sta vivendo un momento di splendore vi è invece una Vis Nova Giussano che rischia di dover ripartire dall’eccellenza. Allo “Stefano Borgonovo” le lucertole , penultime con trentadue punti, non potranno concedersi passi falsi contro una squadra orobica praticamente salva. La Vis Nova dovrà fare a meno dello squalificato Proserpio e ha una sola strada a disposizione, la vittoria.

LEON – CASATESE

Il discorso ricalca in carta a carbone quello fatto per la Vis Nova Giussano. Terzultimi con 33 punti, i vimercatesi dovranno cercare di giocare alla Casatese che ancora ha speranze di poter agguantare i playoff lo stesso scherzo giocato all’andata in terra lecchese. Leon priva di Bonseri e Venza squalificati.

REAL FORTE QUERCETA – TRITIUM Vittoria o retrocessione quasi certa. La Tritium che si reca sul terreno dei toscani del Real Forte Querceta non ha alternative su cui poter contare. L’occasione sprecata nella sfida contro il Progresso con il calcio di rigore sbagliato sul finire dalla gara non dovrà trasformarsi per i trezzesi in una pesante zavorra psicologica. La Real Forte Querceta, dal canto suo, ha ancora bisogno del conforto della matematica per la salvezza.

Photocredits

Condividi

Join the Conversation