Velostazione inaugurata davanti al San Gerardo

È stata inaugurata oggi, nei pressi dell’area parcheggio dell’Ospedale San Gerardo in Via Pergolesi, una nuova velostazione che permette il parcheggio delle biciclette private, accompagnata da una postazione...

494 0
494 0

È stata inaugurata oggi, nei pressi dell’area parcheggio dell’Ospedale San Gerardo in Via Pergolesi, una nuova velostazione che permette il parcheggio delle biciclette private, accompagnata da una postazione di bike sharing con 12 stalli.

La Velostazione. La stazione Weelo HUB, che verrà gestita da Monza Mobilità, è realizzata in acciaio e vetro ed è in grado di ospitare fino a 40 biciclette. All’interno della compatta struttura, di poco meno di 33 metri quadrati, i moduli portabiciclette sono posti su due piani.

L’accesso è consentito tramite App, e sono presenti illuminazione led e videosorveglianza per una massima sicurezza degli utenti e delle loro biciclette.

Per dare una spinta importante all’uso della bici come mezzo di trasporto, il parcheggio sarà gratuito, previa registrazione sull’app Weelo (per scaricarla basta inquadrare il qrcode posto sulla velostazione).

La velostazione potrà diventare un punto di riferimento anche per gli studenti del vicino Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università Bicocca e per chi, per lavoro o per far visita ad amici e parenti in ospedale, si trovano a transitare in zona utilizzando la propria bicicletta. L’avere affianco gli stalli di bike sharing, poi, garantisce al nuovo parcheggio per le bici di diventare un vero e proprio hub intermodale, permettendo ai cittadini di scegliere come meglio muoversi in sicurezza. Per entrare nel dettaglio del funzionamento del nuovo servizio è disponibile un videotutorial sulla pagina dedicata https://weelo.it/monzabikeparking.

Il costo complessivo dell’acquisto e posizionamento della Velostazione è di 127.700 € IVA esclusa, coperto interamente da fondi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il “Decreto ciclovie urbane”, che oltre alle piste ciclabili finanzia anche le ciclostazioni.

La nuova App. Insieme al servizio di parcheggio delle bici nella nuova velostazione, anche il bike sharing che prima era gestito dall’App BicinCittà si trasferisce su Weelo. Username e Password, per chi già è provvisto di un account, rimarranno invariati. Per quanto riguarda tariffe e abbonamenti è possibile trovare maggiori informazioni al link https://weelo.it/monzabikesharing/

Inoltre, in ottica di riduzione dell’uso di plastica, non sarà più necessario avere la tessera per accedere ai servizi, ma basterà l’uso dell’App da cellulare per sbloccare le bici o la porta della velostazione. Chi ha già una tessera, tuttavia, potrà in ogni caso continuare a usarla fino a smarrimento o rottura. Tramite la voce “supporto” del pannello laterale dell’App è poi possibile accedere a una chat whatsapp per parlare direttamente con il servizio clienti. L’App, infine, offre tramite la Weelo Map – presente anche sul sito web all’indirizzo https://weelo.it/weelo-map – una panoramica di tutti i punti di parcheggio e di bike sharing in Italia.

“Il nostro è un duplice ringraziamento – sottolineano il Presidente della Fondazione IRCCS San Gerardo dei Tintori di Monza Claudio Cogliati e il Direttore Generale Silvano Casazza – Il primo all’Amministrazione comunale per Weelo, l’innovativa velostazione posizionata a pochi passi dall’ingresso della Palazzina Accoglienza, un deposito sicuro a favore dell’utenza che si reca in ospedale. Il secondo è rivolto proprio a chi sceglierà di raggiungere il San Gerardo su due ruote: non solo alleggerirà il traffico per una mobilità sostenibile ma sarà da stimolo e da aiuto per uno stile di vita corretto. Come dire, la bicicletta favorisce una sana attività fisica che insieme ad uno stile di vita con buone abitudini permette di sentirsi in forma e prevenire eventuali problemi di salute”.

“Il nostro obiettivo è di rendere più facile la vita a chi usa la bicicletta – commenta Marco Giuppone di Bicincitta Italia, l’azienda che ha realizzato la struttura ed il software – ma anche a chi vorrebbe usarla e non lo fa perché preoccupato dai troppi furti e scoraggiato dalla carenza di servizi dedicati alla ciclabilità urbana. Con il progetto Weelo vogliamo, in un certo senso, ribadire a chi pedala che sta facendo la scelta giusta, per sé stesso e per la comunità”.

Condividi

Join the Conversation