Prove di carico: promossi i 3 ponti della Milano Meda

Promossi i tre ponti della Milano Meda che sono stati sottoposti alle prove di carico, svolte nel corso del mese di giugno, con il rilascio dei nuovi certificati...

289 0
289 0

Promossi i tre ponti della Milano Meda che sono stati sottoposti alle prove di carico, svolte nel corso del mese di giugno, con il rilascio dei nuovi certificati di idoneità statica che avranno validità fino al 30 giugno 2021.

Le informazioni rilevate durante le prove notturne sui ponti 12 di via Manzoni e 14 di via san Benedetto a Cesano Maderno e sul ponte 26 dello svincolo di Meda hanno permesso di confermare comportamenti elastici delle strutture sottoposte a carichi entro i limiti di norma, escludendo situazioni di rischio.

“Dopo lo stop ai cantieri causa covid-19 – spiega il Presidente della Provincia di Monza e Brianza, Luca Santambrogio –  anche il maltempo ha rallentato l’esecuzione delle prove di carico costringendo i tecnici a rivedere il calendario dei test più volte: alla fine è arrivato il risultato che ci aspettavamo e che conferma le certificazioni già in essere sui tre manufatti che sono comunque costantemente monitorati grazie alla presenza di sensori fissi. Adesso si prosegue con altre attività di ispezioni visive complesse su totali 30 ponti della “Milano-Meda”, finalizzate a monitorare le condizioni conservative delle strutture e valutare eventuali interventi di messa in sicurezza laddove risultassero necessari. Al termine di queste operazioni potremo stilare un Report aggiornato sullo stato di salute dei manufatti che attraversano una delle arterie più strategiche della Brianza per estensione e traffico giornaliero. Entro settembre, inoltre, verranno eseguite attività di spostamento impianti, da parte dei rispettivi enti gestori, propedeutiche al rifacimento del ponte 14 di via san benedetto a Cesano Maderno, secondo quanto previsto dalla convenzione stipulata nel luglio 2019 tra Regione Lombardia, Concessioni autostradali Lombarde, Autostrada Pedemontana Lombarda e Provincia MB, che prevede anche la demolizione del ponte 10 di via Maestri del Lavoro attualmente interdetto al traffico. Inoltre, sono in corso di progettazione interventi di risanamento dei ponti 2 di viale Brianza, 4 di via Pastrengo, 5 di via monte tre croci (Varedo), 6 di via Bertacciola (Bovisio Masciago), 12 di via Manzoni (Cesano Maderno) e 26 di via tre Venezie (Meda), nell’ambito delle ulteriori due convenzioni sottoscritte sempre nel 2019 tra Regione Lombardia e Provincia MB, oltre a interventi di sola messa in sicurezza che riguarderanno i ponti 11 di via Col di Tenda, 13 di via sant’Eurosia, 16 di via san Carlo/beato Angelico (Cesano Maderno), 23 di via Vignazzola (Meda) e 36 di via Colombo (Barlassina)”

Gli esiti complessivi. I tre ponti 12, 14 e 26 hanno ottenuto certificazioni di idoneità statica valide fino a giugno 2021, in continuità alle precedenti certificazioni del 2018: ciò significa che le strutture sono abilitate a sopportare i carichi di esercizio, con la permanenza delle seguenti limitazioni e prescrizioni già in essere:

• ponte 12 via Manzoni – Cesano Maderno: permane il divieto di transito su cavalcavia per mezzi di massa superiore a 35 ton;

• sottovia 14 via san Benedetto – Cesano Maderno: permane il divieto di transito, sul tratto di SP ex SS n. 35 corrispondente al ponte, per mezzi di massa superiore a 44 ton, con divieto di sorpasso per mezzi pesanti;

• ponte 26 svincolo Meda: permane il divieto di transito su cavalcavia per mezzi di massa superiore a 35 ton.

Le attività, coordinate dal Servizio Ponti, hanno coinvolto tre società: una per la materiale esecuzione delle prove, una per il noleggio degli autocarri carichi ed una per il noleggio della segnaletica di chiusura e deviazione. Gli agenti di Polizia Provinciale e delle Polizie Locali hanno supportato i tecnici nel pattugliamento degli accessi alla SP ex SS n. 35.

Condividi

Join the Conversation