Pasqua è la festa più importante per i cristiani

di Alberto Comuzzi – La morte di Cristo è il fatto più storico della storia del mondo perché è quello che più ha inciso sul destino dell’umanità. Nella storia...

550 0
550 0

di Alberto Comuzzi – La morte di Cristo è il fatto più storico della storia del mondo perché è quello che più ha inciso sul destino dell’umanità. Nella storia dell’umanità solo Gesù di Nazareth ha confermato di essere Dio: «Allora il sommo sacerdote (Caifa) gli disse: “Ti scongiuro , per il Dio vivente, perché tu ci dica se tu sei il Cristo, il Figlio di Dio”. “Tu l’hai detto, gli rispose Gesù, anzi io vi dico: d’ora innanzi vedrete il Figlio dell’ uomo seduto alla destra di Dio, e venire sulle nubi del cielo”» (Matteo 26, 63-64).

In questi giorni i cristiani ricordano l’ingiusta condanna a morte di un innocente, Gesù Cristo, avvenuta per l’invidia di sacerdoti che vedevano minato il loro potere, ma soprattutto celebrano la sua risurrezione. È un evento storico ed è la festa più importante su cui si fonda la loro fede.

Ha scritto un illustre studioso del Nuovo Testamento, che un evento «è storico quando assomma in sé due requisiti: è accaduto e in più ha assunto un rilievo significativo determinante per le persone che ne furono coinvolte e ne fissarono la narrazione». «In questo senso la morte di Cristo è il fatto più storico della storia del mondo perché è quello che più ha inciso sul destino dell’umanità», ha scritto padre Raniero Cantalamessa in una sua meditazione pasquale. «Stiamo vedendo anche in questi tempi come tutto ciò che riguarda questo evento abbia il potere di scuotere le coscienze e suscitare reazioni opposte». Non è un caso se l’umanità (aldilà dei diversi calendari) misuri il tempo in prima e dopo la nascita di Cristo (a.C e d.C). Citando Sant’Agostino padre Cantalamesse ricorda poi che «tramite la passione il Signore passò dalla morte alla vita, aprendo la via a noi, se crediamo nella sua risurrezione, per passare anche noi dalla morte alla vita». Ragione per la quale «la fede è il segreto per fare una vera Pasqua, per passare dalla morte alla vita».

Dagli insegnamenti di Gesù Cristo, il Dio dei cristiani, s’è sviluppata una civiltà che, pur imperfetta e pregna di contraddizioni come ogni realtà umana, ha mostrato di essere la più prossima all’uomo e alle sue aspettative.

È un dato oggettivo: nel corso della storia, si sono generate catastrofi che hanno provocato immenso dolore ogni volta che una comunità o un gruppo umano, anche di cristiani (forse più sedicenti che autentici), si sono allontanati dagli insegnamenti evangelici.

Foto di Jeff Jacobs da Pixabay

Condividi

Join the Conversation