Monza, i centri antiviolenza proseguono l’attività

Monza – L’attività dei Centri antiviolenza della Rete «Artemide» proseguirà e garantirà il servizio anche nel mese di agosto. L’Assessore alle Politiche Sociali  del Comune di Monza, Désirée Merlini smentisce...

154 0
154 0

Monza – L’attività dei Centri antiviolenza della Rete «Artemide» proseguirà e garantirà il servizio anche nel mese di agosto. L’Assessore alle Politiche Sociali  del Comune di Monza, Désirée Merlini smentisce le notizie circolate nei giorni scorsi relative a una possibile chiusura. “Lo avevo dichiarato venerdì scorso e lo ribadisco adesso: i centri antiviolenza decentrati di Lissone, Seregno e Brugherio continueranno il loro lavoro, spiega l’Assessore. Il sistema non si ferma».

Dopo la riunione degli Uffici di Piano dei cinque Ambiti Territoriali della provincia di Monza e Brianza e dei tre Centri antiviolenza, le aperture degli Sportelli decentrati di Lissone (Ambito di Carate Brianza), Seregno (Ambito di Seregno) e Brugherio (Ambito di Monza) sono garantite grazie alla riorganizzazione delle attività con il contributo di «Telefono Donna» e «White Mathilda».

La reperibilità telefonica sarà di 24 ore su 24, mentre le funzioni e il monte ore delle operatrici di rete sono state potenziate per sostenere l’efficacia degli interventi. La copertura di tutto il periodo estivo (agosto compreso) è confermata attraverso un’alternanza tra i Centri Antiviolenza. Il «Centro Aiuto Donne Maltrattate» («CADOM») garantisce la presenza presso gli Sportelli decentrati almeno fino al 15 settembre, procedendo all’attivazione del raccordo operativo con gli altri due Centri.

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation