Monza Family, parte un bando da 120 mila euro

Idee ed energie al servizio dei più deboli: «Monza Family», il tavolo dei soggetti pubblici e privati del terzo settore, ha aperto la fase di co – progettazione,...

264 0
264 0

Idee ed energie al servizio dei più deboli: «Monza Family», il tavolo dei soggetti pubblici e privati del terzo settore, ha aperto la fase di co – progettazione, finalizzata ad individuare i bisogni da soddisfare, gli interventi, le modalità e le risorse disponibili per famiglie e minori, anziani e invecchiamento attivo e persone con disabilità, con un focus particolare sull’autismo.

«L’obiettivo – spiegano il Sindaco di Monza Dario Allevi e l’Assessore alle Politiche Sociali Désirée Merlini – è prendersi cura della comunità attraverso attività e servizi innovativi in cui il territorio, con tutte le sue risorse sia pubbliche che private, possa fare fronte alle nuove sfide che una società in continua evoluzione propone. Il fil rouge dovrà essere l’innovazione sociale intesa non solo come un’idea, ma una vera e propria pratica concreta da attuare secondo criteri di efficacia e sostenibilità».

La co-progettazione si apre dopo un percorso di co-programmazione che ha coinvolto un centinaio di enti del territorio suddivisi in gruppi di lavoro a seconda dell’ambito di interesse. I gruppi partendo da un’analisi del territorio, hanno messo in evidenza i servizi attivi nei diversi ambiti tematici, individuando i bisogni prioritari di intervento.

Il soggetto capofila dovrà presentarsi in partenariato con minimo due altre realtà del territorio, profit o non profit. I progetti dovranno prevedere un coinvolgimento diretto di soggetti attivi sul quartiere, come associazioni, comitati, cooperative, parrocchie, istituti scolastici oltra a promuovere un’attività di fundraising che possa raccogliere fondi e finanziamenti da reinvestire nel progetto stesso.

Il bando mette a disposizione risorse per 120 mila euro, pari a 40 mila euro per ciascun ambito tematico. L’Amministrazione Comunale sosterrà uno o più progetti per ambito tematico con quote che andranno da 10 a 40 mila euro. In ogni caso ogni progetto, per poter essere ammesso, dovrà avere un valore complessivo minimo di 12 mila euro (comprensivo della quota di finanziamento e cofinaziamento) e una durata di due anni. Entro fine anno i progetti saranno selezionati. Poi entro marzo si svolgerà la fase di co-progettazione e, infine, ad aprile potranno partire.

Gli enti del Terzo settore hanno tempo fino a mezzogiorno di lunedì 4 Novembre per presentare i loro progetti (via PEC: monza@pec.comune.monza.it). Il bando con tutta la modulistica è disponibile sul sito del Comune www.comune.monza.it mentre per ulteriori informazioni è possibile scrivere alla mail: serviziopartecipazione@comune.monza.it.
Condividi
monza in diretta

Join the Conversation