Mercati finanziari: attenzione a banche centrali, inflazione e crollo Bitcoin

I mercati finanziari stanno attraversando una fase particolarmente complessa, a causa delle congiunture macroeconomiche del momento. Per questo motivo investitori e analisti cercano di seguire con grande attenzione...

323 0
323 0

I mercati finanziari stanno attraversando una fase particolarmente complessa, a causa delle congiunture macroeconomiche del momento. Per questo motivo investitori e analisti cercano di seguire con grande attenzione ciò che accade e di prevedere quelle che potrebbero essere le ripercussioni future sui listini. In questo periodo un livello particolarmente alto di attenzione si concentra sulle decisioni delle banche centrali, in grado di influire sulle dinamiche economiche e di conseguenza anche sui singoli asset d’investimento.

Particolarmente attenzionato è anche il fenomeno relativo all’inflazione che, contrariamente a quanto annunciato nei mesi trascorsi, al momento non accenna ad interrompersi e sembra anzi ancora in fase di preoccupante espansione. A questo si aggiunge inoltre il crollo inaspettato del Bitcoin che ha rappresentato un elemento di rischio per molti investitori e che in alcuni casi ha comportato anche delle perdite considerevoli. Per averne un’idea è sufficiente pensare al fatto che nel novembre del 2021 il Bitcoin ha raggiunto il suo valore record superiore a 68mila dollari, mentre oggi si trova di poco al di sopra dei 18mila.

Come orientarsi sui mercati finanziari oggi

In questo quadro di instabilità finanziaria è molto importante per chi investe, o per chi desidera farlo, informarsi in modo adeguato. A tal proposito, è possibile visitare portali di riferimento nel settore come, ad esempio, Insider24, sito specializzato nella formazione finanziaria che mette a disposizione dei propri utenti guide, approfondimenti e contenuti sempre aggiornati.

Grazie a questo strumento è possibile mantenere un elevato livello d’informazione su fattori molto importanti, come ad esempio:

  • Scelta del broker.
  • Possibili strategie.
  • Strumenti di gestione.
  • Corsi di formazione.
  • Andamento dei vari asset.
  • Trend del momento.
  • Utilizzo di indici e segnali.

La scelta del broker è particolarmente importante, in quanto può influire sui profitti e sui costi di gestione di un portafoglio d’investimento. Inoltre non tutti i broker sono uguali, di conseguenza anche se ne esistono diversi in grado di assicurare dei servizi elevati, ogni persona dovrebbe selezionare quello che si adatta meglio alle proprie esigenze. Inoltre è poi importante anche elaborare una buona strategia d’investimento che parta sempre dall’orizzonte temporale, ovvero dal tempo che una persona è disposta ad attendere nella speranza che l’investimento produca dei frutti, e dal budget stanziato.

Questi valori incidono solitamente anche sul margine di rischio, in quanto chi investe nel breve termine e con importi contenuti lo fa solitamente assumendosi dei rischi più alti di chi dispone di un budget più ampio e sceglie di operare nel lungo termine. Inoltre per chi inizia ad operare per le prime volte sui mercati finanziari è molto importante prestare la necessaria attenzione ad alcuni fattori di primaria importanza.

Indicazioni specifiche per i principianti

Per chi muove i primi passi nel mondo degli investimenti potrebbe essere sicuramente consigliabile farlo con l’ausilio di un broker scelto tra i migliori del trading online. Questi sono infatti dotati di un livello di sicurezza particolarmente elevato (certificato dalle garanzie internazionali), abbinato spesso anche ad un insieme di funzionalità molto sviluppate. Oggi i migliori broker prevedono inoltre un’offerta formativa gratuita che consente ai principianti di acquisire le competenze necessarie per muoversi in questo settore con la necessaria consapevolezza.

A tal riguardo è importante precisare che le piattaforme per il trading online prevedono inoltre molto spesso anche la possibilità di utilizzare la modalità demo, ovvero di effettuare delle simulazioni d’investimento gratuite e di valutare l’effetto che queste operazioni avrebbero prodotto nel tempo (sia nel breve che nel lungo termine). Questa funzionalità consente inoltre di apprendere ad usare bene una piattaforma e anche di provare a testare delle specifiche strategie. E’ poi molto importante anche imparare ad utilizzare le funzioni di analisi tecnica e analisi fondamentale.

Per gestire al meglio gli investimenti è possibile impiegare anche degli strumenti automatici o semi-automatici che consentono di massimizzare i profitti quando le cose vanno bene e di limitare le perdite se un’operazione non va nella maniera auspicata. Questi sono generalmente detti “take profit” e “stop loss” e sono dei parametri, che possono essere facilmente impostati da un trader all’apertura di una posizione e anche modificati in seguito, necessari per far scattare una vendita in automatico al raggiungimento di un determinato valore, sia in positivo che in negativo.

 

Condividi

Join the Conversation