Lombardia non svende i beni artistici degli enti ospedalieri

Nell'ottobre 2018 l’Associazione Musulmani di Bergamo si era aggiudicata, tramite asta pubblica indetta dalla Regione, una ex cappella dei frati cappuccini situata all’interno degli ex...


96 0
96 0

Nell’ottobre 2018 l’Associazione Musulmani di Bergamo si era aggiudicata, tramite asta pubblica indetta dalla Regione, una ex cappella dei frati cappuccini situata all’interno degli ex Ospedali Riuniti di Bergamo. L’intento dell’Associazione, con ogni probabilità, era quello di adibire la struttura a luogo di culto per la comunità musulmana.

Lunedì 20 Maggio, è stata approvata dalla Giunta una delibera attraverso la quale si manifesta la volontà di riappropriarsi dell’immobile, che era stato alienato dall’ASST di Bergamo e assegnato all’Associazione Musulmani. La Regione ha fatto valere il suo diritto di prelazione.

«Nonostante tutto, Regione Lombardia è riuscita a fare in modo che la struttura non finisse utilizzata come moschea, puntando, ora, sulla realizzazione di un percorso di valorizzazione del complesso, affinché possa sia continuare ad essere un centro di culto, sia un polo di aggregazione culturale per la città» – ha affermato l’assessore alla Sicurezza e Immigrazione Riccardo De Corato.

Il progetto che Regione intende realizzare si articola in due parti: una è dedicata alla valorizzazione del luogo di culto e alla creazione della sede di una consulta/osservatorio sul dialogo interreligioso, nello stesso tempo aperto al dialogo con le identità del territorio; l’altra intende portare avanti un progetto culturale pilota per esaltare l’ingente patrimonio artistico di proprietà degli enti ospedalieri lombardi, a partire proprio dalla realtà storico-culturale dell’ospedale Papa Giovanni XXIII.

Un’azione che – come prevede la delibera – si basa sugli «asset che, nei secoli, hanno delineato il profilo storico e identitario della struttura e dei soggetti protagonisti della vita sociale e culturale di questo complesso».

Condividi
monza in diretta

Commenti