Lombardia: ridotto ticket sanitario e ampliata misura “Nidi gratis”

Riduzione del ticket sanitario, ampliamento del numero delle famiglie che potranno beneficiare della misura "nidi gratis", un'informativa relativa alla sicurezza sui posti di lavoro, a ridosso...


Lombardia
812 0
812 0

Riduzione del ticket sanitario, ampliamento del numero delle famiglie che potranno beneficiare della misura “nidi gratis”, un’informativa relativa alla sicurezza sui posti di lavoro, a ridosso della tragedia di Treviglio, esprimendo la volontà della Regione di investire ancora di più sulla prevenzione. Questi i temi affrontati nella prima seduta della giunta regionale della Lombardia presieduta dal presidente Attilio Fontana.

RIDUZIONE DEL TICKET SANITARIO – “Una misura importante – ha commentato il presidente Fontana – che riduce del 50% il ticket che deve essere versato per ogni prestazione, con un ticket massimo che passa dai 30 ai 15 euro. Una misura che va nella direzione di rendere sempre più lieve il già leggero peso fiscale della nostra Regione.

PIU’ ASILI NIDO GRATIS PER LE FAMIGLIE – “Il secondo provvedimento approvato – ha continuato il presidente Fontana – riguarda l’ampliamento della platea delle famiglie che potranno beneficiare dei nidi gratis, esteso a circa 1200 nuclei familiari. Abbiamo fatto una apposita variazione di bilancio”.

DELIBERA CON SIGNIFICATO EMBLEMATICO – “Lo avevo detto in campagna elettorale – ha chiosato il presidente Fontana – e questa è una delibera che non ha un significato solo sociale ma soprattutto emblematico perché va nella direzione di rendere più agevole la vita delle famiglie”.

UN VIDEO PER SPIEGARE PROVVEDIMENTI AI CITTADINI – Da oggi e al termine di ogni seduta della giunta, il presidente sintetizza in un video della durata di circa un minuto il principale provvedimento approvato dall’esecutivo. “Lombardia al lavoro! Il presidente informa” è il titolo assegnato a questo momento di dialogo con i cittadini che potranno seguire il presidente Attilio Fontana sui profili istituzionali di Regione Lombardia sui principali social network.

 

Commenti