Lissone, mozione bipartisan a sostegno dell’economia

LISSONE – Tre azioni concrete per sostenere le attività economiche del territorio, finalizzate a garantire un concreto supporto economico nel periodo post-emergenza Coronavirus. I capigruppo di tutte le...

214 0
214 0

LISSONE – Tre azioni concrete per sostenere le attività economiche del territorio, finalizzate a garantire un concreto supporto economico nel periodo post-emergenza Coronavirus.

I capigruppo di tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio Comunale (Lega Nord, Concetta Monguzzi Sindaco, Forza Italia, Lissone Bene Comune, Fratelli d’Italia, Il Listone, Movimento 5 Stelle, Lissone in Movimento – Lissone Futuro, Partito Democratico) e i Commissari della Commissione III “Economia e Lavoro” hanno posto all’attenzione del sindaco Concettina Monguzzi e del presidente del Consiglio Elio Talarico una mozione avente ad oggetto “Interventi a sostegno delle attività economiche a seguito dell’emergenza coronavirus”.

La mozione, che verrà discussa nella seduta del 28 e 29 aprile (la prima in videoconferenza per via delle disposizioni governative), chiede “l’esenzione dal versamento dei tributi comunali (Tari, Cosap) relativi al periodo di chiusura, per tutte le attività economiche di piccole dimensioni colpite dalle ordinanze restrittive”; le risorse economiche verranno attinte dall’avanzo libero del bilancio comunale.

La seconda azione concreta sarà rappresentata dalla costituzione di un “Fondo di solidarietà” a favore delle attività economiche di piccole dimensioni, colpite dalle ordinanze restrittive, da utilizzare quale contributo al pagamento dei costi fissi di gestione (es. bollette, pos, assicurazioni, leasing,ecc…) da prelevare dall’avanzo libero del bilancio comunale.

Per queste due misure, previsto un prelievo massimo dall’avanzo libero del bilancio comunale di 1.750.000 euro. La somma dovrà poi essere distribuita sulla base di criteri da definire indicativamente entro la fine del mese di maggio. Non sono previsti benefici per i soggetti che abbiano operato senza interruzione nel periodo di chiusure forzate.

Infine, il terzo passo sarà l’istituzione di un fondo per lo sviluppo – fino ad un massimo di 500.000€ da finanziare con l’avanzo di bilancio – da destinare a progetti per innovazione, sviluppo e mantenimento delle attività economiche operanti sul territorio di Lissone. Anche in questo caso, l’attivazione del Fondo è ipotizzata entro la fine del mese di maggio.

“La pandemia da Coronavirus ha investito pesantemente il territorio italiano ed in particolare la regione Lombardia. Anche sul territorio di Lissone molte realtà commerciali, produttive e professionali hanno visto ridursi o fermarsi la loro attività lavorativa – sottoscrivono nella mozione i capigruppo Simone Ravasi, Daniele Fossati, Ruggero Sala, Fabio Meroni, Giovanni Angioletti, Roberto Perego, Daniele Mariani, Pier Marco Fossati e Attilio Brivio, insieme ai Commissari della Commissione III Daniele Dassi, Ignazio Lo Faro ed Elisa Ratti – Questa difficile situazione non si risolverà sicuramente in tempi brevi ed avrà pesanti ricadute le cui ripercussioni economiche dureranno mesi. Per questo motivo, vogliamo dare un segnale forte alle attività economiche del territorio con azioni concrete che contribuiranno a sostenerle nonostante le difficoltà economiche inevitabili causate dalla pandemia”.

Condividi

Join the Conversation