Lissone affronta il problema dei NEET, i giovani inattivi

Il Comune di Lissone è tra beneficiari del percorso di formazione e accompagnamento sui NEET (Not in Employment, Education or Training), acronimo inglese che indica giovani che non...

386 0
386 0

Il Comune di Lissone è tra beneficiari del percorso di formazione e accompagnamento sui NEET (Not in Employment, Education or Training), acronimo inglese che indica giovani che non studiano, non lavorano e non stanno svolgendo corsi di istruzione o formazione.

Il Comune di Lissone, che aveva presentato la propria manifestazione di interesse all’iniziativa dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), è stato inserito nell’elenco di 154 Comuni e Unioni di Comuni italiani ammessi a ricevere una formazione mirata alla realizzazione di progetti comunali volti a sensibilizzare i giovani “inattivi” per poi offrire esperienze di inclusione lavorativa.

I corsi di formazione sono rivolti al personale addetto all’erogazione dei servizi Informagiovani e si svolgeranno da settembre 2022 per una durata di quattro mesi. L’obiettivo è fornire competenze specifiche per permettere agli operatori pubblici di sviluppare strategie di individuazione, coinvolgimento e attivazione di persone in condizione NEET, e mettere in stretta sinergia gli attori presenti sul territorio.

Inoltre, il corso è propedeutico alla successiva partecipazione a un avviso pubblico diretto a finanziare specifiche proposte progettuali rivolte al target di intervento. Vi potranno partecipare i comuni selezionati, tra cui Lissone, al termine del percorso formativo.

Nella città di Lissone nel 2019 la percentuale di giovani NEET si attestava al 6,2%, un valore inferiore alla media provinciale e regionale intorno al 16%. Tuttavia, nell’ultimo anno, i servizi dedicati come l’Informagiovani e i progetti correlati al Settore Istruzione e Politiche Giovanili del Comune hanno registrato un aumento di tale percentuale, ovvero di giovani tra i 15 e i 29 anni che non lavorano e che hanno rinunciato anche a intraprendere percorsi formativi. Sicuramente la pandemia Covid-19 ha inciso sulla povertà educativa e ha accentuato le differenze tra i giovani che provengono da contesti familiari disagiati e quelli che invece godono di opportunità dal punto di vista socioeconomico. Anche da questa analisi parte la decisone dell’Amministrazione Comunale di proseguire l’impegno sul tema.

Il Comune di Lissone, nell’ambito dei servizi per i giovani, svolge da anni sia interventi di orientamento (orientamento scolastico per studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, Punto Orientamento, Tavolo Orientamento, progetto anagrafe e di tracciabilità scolastica) sia azioni di supporto alla genitorialità con l’obiettivo di prevenire e contrastare il disagio giovanile. A Lissone presso la sede via Ferrucci è attivo l’Informagiovani e lo Sportello Lavoro, che operano per il rafforzamento degli interventi a favore dell’inserimento nel mondo del lavoro con particolare attenzione alla fascia di popolazione giovanile.

In particolar modo con l’Informagiovani il Comune di Lissone garantisce un servizio di qualità grazie anche alla possibilità di accedere ad un patrimonio informativo condiviso a livello regionale, a strumenti e modelli operativi finalizzati alla formazione ed al riallineamento delle competenze degli operatori dell’Informagiovani e delle attività di Orientamento per l’implementazione dell’attività di ingaggio informativo, consulenziale ed esperienziale dei giovani, utili a favorire azioni preventive e di contrasto del fenomeno dei NEET.

La possibilità per i giovani di poter accedere a servizi informativi e di orientamento qualitativamente strutturati favorisce l’attivazione di processi di sviluppo di competenze giovanili in via esperienziale e ciò si dimostra molto efficace anche ai fini dell’uscita dalla condizione di NEET.

Si evidenziano nello specifico le ultime progettualità realizzate grazie all’aggiudicazione dei fondi del bando “La Lombardia è dei giovani”: Talent Hub, piattaforma regionale per l’orientamento dei giovani lombardi che vede il Comune di Lissone tra i partner, e B Young Rete Brianza Giovani, community dedicata ai giovani realizzata in partnership con tutti i Comuni dell’Ambito territoriale di Carate Brianza.

Foto di Sergio da Pixabay

Condividi

Join the Conversation