FAI Monza tre incontri su Leonardo da Vinci

Per celebrare insieme i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo da Vinci, la Delegazione FAI di Monza, nell’ambito delle sue iniziative culturali, propone un ciclo di tre conferenze...

645 0
645 0

Per celebrare insieme i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo da Vinci, la Delegazione FAI di Monza, nell’ambito delle sue iniziative culturali, propone un ciclo di tre conferenze dal taglio originale centrate sul forte sviluppo delle arti applicate nel Rinascimento e focalizzate su Moda, Tessuti e Oreficeria. 

Nel corso dei tre incontri sarà esplorata l’opera di Leonardo da Vinci e dei suoi allievi sotto il profilo della restituzione dipinta della moda, dei tessuti e dei gioielli offrendo chiavi di lettura sui significati sottesi ad alcuni dettagli vestimentari chiave, comprese le acconciature e gli accessori preziosi.

Il Ciclo inizia Sabato 26 Ottobre alle ore 17:00 Leonardo, la moda e le acconciature femminili, con la conferenza del dr. Alessio Francesco Palmieri Marinoni (Storico della Moda presso l’Università del Sussex e già docente presso l’Università Cattolica di Milano, New York University, Politecnico di Milano).

Attraverso l’analisi di alcune opere significative di Leonardo e dei Leonardeschi si presenterà l’evoluzione dell’idea di costume sul finire del Quattrocento e la nascita del “sistema Moda” alla corte di Ludovico il Moro. L’incontro approfondirà l’importante funzione dell’abito come strumento di definizione e appartenenza sociale nell’ambito delle corti italiane del Rinascimento. La corte sforzesca rappresenta, in questo senso, un caso illuminante in quanto promotrice di fogge vestimentarie che diverranno vere e proprie mode. Il ciclo prosegue con altre due conferenze, il 9 e il 23 Novembre.

Sabato 9 Novembre  ore 17.00   L’universo tessile di Leonardo. Relatrice: prof.ssa Francina Chiara, Docente di Storia della Moda presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia; Membro del Centre International d’Etudes des Textiles Anciens (CIETA), del Centro speciale di Scienze e Simbolica dei Beni Culturali dell’Università dell’Insubria (CSBC), dell’History Culture Professional Committee dell’International Silk Union.

L’incontro approfondirà la centralità dell’universo tessile nell’opera leonardesca, sia dal punto di vista delle importanti innovazioni tecnologiche che introdusse nel processo produttivo, sia nella cura della restituzione dipinta dei drappeggi delle diverse tipologie di tessuto e della simbologia dei codici vestimentari.

Sabato 23 Novembre  ore 17.00  Leonardo e il gioiello. Relatrice: prof.ssa Chiara Maggioni, Docente di Storia dell’Oreficeria presso la Scuola di Specializzazione in Beni Storico-Artistici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; Membro dell’Enamel Group dell’International Council of Museum (ICOM), della Società Internazionale di Storia della Miniatura e della Società Storica Lombarda.

La conferenza svelerà il contributo di Leonardo al tema del gioiello, indagando sia le tecniche produttive dell’arte orafa apprese alla bottega del Verrocchio, sia la restituzione pittorica delle diverse tipologie di gioiello più in voga nella Milano di Ludovico il Moro.

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation