Dai magazzinieri fino agli operai e agli hostess: i lavori più richiesti nel 2022

Un’analisi condotta tra gennaio e aprile del 2022 su oltre 650 aziende, clienti e candidature ha permesso di stilare un elenco delle professioni maggiormente richieste. É lecito aspettarsi...

909 0
909 0

Un’analisi condotta tra gennaio e aprile del 2022 su oltre 650 aziende, clienti e candidature ha permesso di stilare un elenco delle professioni maggiormente richieste.

É lecito aspettarsi che queste figure continueranno ad essere molto gettonate anche nel 2023.

Tutti i settori lavorativi si sono messi in marcia dopo lo stop imposto dalla pandemia da Covid-19, quindi è logico che la domanda occupazionale sia in forte aumento.

La ripresa di eventi, fiere e spettacoli ha fatto sì che aumentasse la richiesta di hostess e steward, che hanno rappresentato il 24,6% delle offerte di lavoro.

Bene anche l’industria, che ha dimostrato una grande resilienza agli ultimi eventi che stanno mettendo in difficoltà l’intero settore, compreso l’aumento dei prezzi dell’energia e delle materie prime.

Operai e addetti alla produzione sono stati tra le categorie professionali più ricercate nella prima parte del 2022, rappresentando il 38% della domanda.

Continua il trend positivo anche per quanto riguarda il settore della logistica e del magazzino, grazie soprattutto al boom degli e-commerce protagonisti di una crescita vertiginosa con la pandemia da Covid-19.

Anche nella fase post pandemia lo shopping online ha continuato ad essere di tendenza, anzi, ha visto implementare notevolmente i suoi clienti.

A quelli tradizionali, principalmente Generazione Z e Millennials, si sono aggiunti anche gli over 50 e 60 che prima erano poco avvezzi all’acquisto online.

Una volta apprezzata la praticità dello shopping online, anche questa categoria di consumatori si è unita a quella platea di persone che acquistano regolarmente sul web.

La richiesta di merci e prodotti ha imposto una profonda rivisitazione agli e-commerce, ma anche alle società di distribuzione, soprattutto per quanto riguarda il magazzino.

E questo discorso ci porta direttamente alla figura del magazziniere, ma anche del mulettista e del carrellista. Nel comparto logistico la richiesta di figure specializzate ha toccato il 23,5%, rendendo i magazzinieri tra le 5 occupazioni più ricercate.

Si tratta di un lavoro evergreen, caratterizzato da un alto tasso di occupabilità e che rappresenta una concreta opportunità nella quale specializzarsi.

Se da un lato è aumentata la richiesta, allo stesso modo sono necessarie determinate competenze specifiche per poter svolgere al meglio questo lavoro.

Sarebbe un’ottima idea conseguire il patentino per guidare il muletto, un accessorio imprescindibile in qualsiasi magazzino.

Questo macchinario consente di movimentare e spostare un gran quantitativo di merci, anche pesanti e ingombranti, per velocizzare le manovre all’interno del magazzino.

Inoltre il magazziniere deve avere anche determinate competenze in ambito informatico e tecnologico, poiché deve interfacciarsi con software di magazzino e gestionali per tenere in ordine l’inventario e tracciare i movimenti di entrata e di uscita delle merci.

Servono poi ulteriori soft skills come capacità di resistere allo stress, di lavorare in gruppo, precisione e affidabilità.

Dall’analisi è emerso un altro aspetto interessante: la richiesta di magazzinieri, ma anche delle figure più gettonate nel 2022, si concentra principalmente nella città di Milano, dove pullulano aziende, e-commerce e imprese di logistica e di trasporto.

Chi sta cercando offerte di lavoro come magazziniere a Milano può trovare un valido alleato in magazzinieri.it, portale verticalizzato proprio sulla figura dei magazzinieri.

Il portale offre interessanti opportunità per chi cerca lavoro in questo settore e desidera fare una carriera profittevole.

Condividi

Join the Conversation