Lombardia partecipa al progetto europeo per l’ambiente

La Giunta regionale della Lombardia ha approvato la partecipazione della Regione al progetto europeo in tema di ambiente LCA4Regions che prevede l’elaborazione di piani di azione per le economie...

104 0
104 0

La Giunta regionale della Lombardia ha approvato la partecipazione della Regione al progetto europeo in tema di ambiente LCA4Regions che prevede l’elaborazione di piani di azione per le economie locali e regionali più efficienti in termini di risorse e che proteggano e valorizzino il patrimonio naturale senza tralasciare lo sviluppo economico. L’iniziativa identificherà  e scambierà’ politiche e programmi (buone pratiche) tra i vari partner.

Il progetto proporrà una Regional Led Community (Rlc) per la sostenibilità e lo strumento Lca (Life-Cycle Assessment, ‘analisi del ciclo di vita’, che permette di quantificare i potenziali impatti sull’ambiente e sulla salute umana associati a un bene o servizio, a partire dal consumo di risorse e dalle emissioni) sarà utilizzato come un approccio innovativo che affronta la governance multilivello delle politiche regionali, coinvolgendo i principali stakeholder nelle valutazioni degli impatti e nel riorientamento delle politiche stesse.

Le risorse ammontano complessivamente a 1.719.759 euro, di cui: 1.600.759 euro nella ‘Fase I’ e 119.000 euro nella ‘Fase II’. La quota in capo a Regione Lombardia risulta pari a 184.947, euro, cosi’ suddivisa: l’ 85 per cento, pari a 157.204,95 euro, di finanziamento Fesr (Commissione europea); il 15 per cento, pari a 27.742,05 di cofinanziamento nazionale Fondo di Rotazione. La Direzione competente procederà a richiedere l’istituzione dei capitoli di bilancio dedicati all’attuazione del progetto europeo.

Di seguito, alcune tra le principali attività previste: definizione di un metodo per la fase di diagnosi, sulla base di un approccio sistemico Lca;  Implementazione della fase di diagnosi regionale; scambio diretto di esperienze attraverso seminari di progetto e riunioni regionali per l’attuazione delle politiche;  Identificazione e rendicontazione delle Buone Prassi tenendo conto dei criteri concordati, inclusi i fattori chiave di successo per il trasferimento;  visite dei partner alle buone pratiche identificate all’interno della partnership; le visite includeranno un workshop di Peer Review (revisione paritaria) sulle politiche e le pratiche attuali;  workshop con esperti in Lca per lo sviluppo delle capacità regionali;  rafforzamento (o istituzione) di centri regionali di competenza nelle metodologie del ciclo di vita da utilizzare nell’attuazione delle politiche pubbliche;  definizione, nell’ambito dei gruppi di stakeholder locali, di Piani di azione regionali, seguendo il numero concordato di workshop;  definizione, come allegato del piano d’azione regionale, delcontributo potenziale delle metodologie del ciclo di vita alla strategia di specializzazione intelligente e ai nuovi programmi (Fesr 2021 – 2027)

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation