Vero Volley Monza sconfitta in casa dalla Revivre Milano

Ancora senza vittorie in campionato il 2019 della Vero Volley Monza che anche stasera alla Candy Arena capitola per 3 set a 0 contro una...


104 0
104 0

Ancora senza vittorie in campionato il 2019 della Vero Volley Monza che anche stasera alla Candy Arena capitola per 3 set a 0 contro una determinata Revivre Milano.

La squadra meneghina fa capire dall’inizio che le ultime sei vittorie consecutive non sono state una coincidenza: la progressione degli ospiti è costante 0-4, 7-15, 10-20 fino al 16-25 che vale il primo parziale. Nel secondo set i padroni di casa di Vero Volley rispondono, trovano anche il doppio vantaggio 12-10 ma è la continuità della Revivre a segnare l’accelerazione che decide il parziale (17-21) e porta al +4 finale per il 21-25 e lo 0-2. Terza frazione: si va avanti punto a punto (6-6) fino al 9-12. Powervolley prova ad andare via (11-15), Monza risponde palla su palla (14-16). Il +5 per gli ospiti arriva sul 18-23. Finisce 19-25. E’ Clevenot a mettere il sigillo sul match con un mani-out. Gli ospiti portano a sette la loro striscia di vittorie, a Monza nonostante i successi in Europa manca ancora il primo “squillo” del 2019 in SuperLega.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Iacopo Botto (schiacciatore Vero Volley Monza): “Oggi è stata una partita che è iniziata malissimo e si è confermata molto dura. Loro sono in un buon momento, noi, invece, stiamo attraversando un periodo di difficoltà, ma con pazienza e il lavoro ne usciremo. Da adesso in poi, per noi, saranno tutti match molto importanti: oggi, probabilmente, abbiamo sbagliato anche l’approccio, ma mercoledì contro Vibo dobbiamo azzerare tutto e ripartire”.

LA CRONACA IN BREVE

PRIMO SET
L’apertura è tutta per la Revivre, che va subito sullo 0-3 con due mani-out e una pipe. Lo 0-4 firmato da Maar induce coach Soli a chiamare il suo primo time-out e a fermare l’inerzia iniziale del match. Il primo punto per Vero Volley fa segnare 1-6 sul tabellone, con una parallela di Plotnytskyi, ma Monza continua a faticare (1-9 alla seconda interruzione del gioco per i padroni di casa). La progressione degli ospiti, però, è costante fino al 3-12. Vero Volley colpisce due volte dal centro con il suo capitano, Beretta, ed è 7-15. Soli prova a cambiare qualcosa (dentro Calligaro e Buchegger) ma non basta: alla “chiusura” del doppio cambio è 9-19. Monza reagisce, ma il divario di inizio set è troppo da colmare: il primo parziale si chiude sul 16-25 per gli ospiti.

SECONDO SET
La Revivre affronta il secondo parziale forte del 56% in attacco fatto segnare nel primo set, Monza deve ripartire dal suo 55% di ricezioni positive. L’inizio è in equilibrio: 3-3 con Dzavoronok e il doppio vantaggio di Monza sul 7-5, poi, 12-10. Gli ospiti trovano il sorpasso sul 12-13, ma Plotnytskyi in diagonale stretta segna una nuova parità e l’errore di Nimir vale il 14-13. Beretta continua a imperversare dal centro (è 16 pari) ma la Revivre trova a sua volta il +2, poi, il +4 (17-21, Soli chiama il suo secondo time-out). Lo “strappo” si conferma decisivo, perchè gli ospiti trovano la continuità necessaria per portarlo fino in fondo, nonostante il tentativo di reazione dei padroni di casa che serve soltanto a mantenere costante lo svantaggio: si chiude sul 21-25 e si va sullo 0-2.

TERZO SET
Monza cresce in attacco, dal 37% del primo set al 44%, ma non è ancora abbastanza, mentre la Revivre cala come “palle a terra” e sale in ricezione (dal 33% al 53% di palla “più”). Si va avanti punto a punto (6-6), fino al 9-12. Powervolley cerca di andare via per chiudere i conti (11-15), Monza risponde palla su palla (14-16) e lo svantaggio dei padroni di casa resta costante, però, senza che la squadra di Soli riesca a trovare i break necessari per una nuova parità (17-20). Il +5 per gli ospiti arriva sul 18-23. Finisce 19-25. E’ Clevenot da posto 4 a mettere il sigillo sulla sfida con un mani-out, l’ennesimo di un match che non ha visto Monza brillare come in altre occasioni e che ha premiato la continuità della formazione ospite.

Commenti