Niente sciopero, vigili al completo nel weekend del GP

Al termine di un incontro svolto nei locali della Prefettura di Monza le organizzazioni sindacali della Polizia Locale hanno sospeso lo stato di...


monza stazione
159 0
159 0

Al termine di un incontro svolto nei locali della Prefettura di Monza le organizzazioni sindacali della Polizia Locale hanno sospeso lo stato di agitazione e revocato le iniziative proclamate la scorsa settimana, compreso il blocco degli straordinari, quale forma di protesta per i nuovi turni di servizio di pubblica sicurezza voluti dall’Amministrazione presso la stazione ferroviaria monzese

L’intesa. La conciliazione raggiunta è il risultato di un’intesa per la riorganizzazione dei turni del presidio, che in via sperimentale sarà svolto quotidianamente per un mese secondo i seguenti orari: dalle ore 7.00 alle 9.00 con due agenti e una pattuglia mobile di pronto intervento con priorità sulla stazione e dalle 17.00 alle 22.00 con quattro agenti e la medesima pattuglia.

Il periodo di sperimentazione avrà inizio da lunedì 3 settembre e si concluderà dopo 30 giorni, al termine dei quali saranno presentati in Prefettura i risultati, alla presenza di tutte le sigle sindacali rappresentative del Corpo, per poi concordare le modalità di prosieguo delle attività ed eventuali correttivi.

“E’ sempre stata una priorità anche per noi garantire prima di tutto la sicurezza dei nostri agenti – hanno detto il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore alla Sicurezza Federico Arena che hanno partecipato al tavolo prefettizio – Per questo abbiamo già dotato il personale di spray urticante e di bastoni estensibili, mentre il prossimo mese saranno consegnati giubbotti antitaglio”.

La soluzione individuata – proseguono Allevi e Arena – deriva dall’esperienza maturata in questo primo anno e dalla consapevolezza delle fasce orarie più sensibili per la sicurezza dei cittadini: valuteremo insieme l’efficacia dei nuovi turni tra un mese, sperando che nel frattempo anche l’Esercito con i militari dell’Operazione Strade Sicure possa darci una mano”.

Commenti